Usare il Diario Alimentare fa bene alla Dieta

diario alimentare 03.10Oggi vogliamo parlarvi di uno strumento molto utile in caso di dieta: il diario alimentare. Non ci limiteremo a parlarvi dei benefici che possiamo trarre nell’utilizzarlo, ma vi spiegheremo come farne uno dettagliato e facile da usare.

 

Il diario alimentare come strumento per dimagrire

Il diario alimentare diventa un alleato fondamentale quando si segue una dieta o, semplicemente, si vuole tenere sotto controllo la propria nutrizione. Sì, perché questo strumento ci permette di perdere peso e monitorare il dimagrimento costantemente evitando il rischio legato alla malnutrizione.

Infatti, il diario alimentare rappresenta la raccolta dei dati legati alla quantità e qualità dei cibi che ingeriamo. Per questo ci offre una panoramica efficace delle nostre abitudini alimentari.

Il suo ruolo nel monitoraggio della dieta è fondamentale perché ci permette di:

  • Capire le motivazioni che ci spingono a scegliere determinati cibi in funzione dello stato d’animo del momento;
  • Renderci conto dei cibi che assumiamo e degli orari in cui siamo soliti mangiare, aspetto molto importante per capire se siamo soliti mangiare fuori pasto.

Per questi motivi noi vi consigliamo di adottare il diario alimentare come strumento per monitorare e controllare il vostro percorso. Un documento che diventa fondamentale soprattutto se si segue Metodo 3 Emme, vista l’attenzione che è necessario porre sui singoli alimenti e gli orari di assunzione.

 

Come creare un diario alimentare completo

Creare un diario alimentare utile e completo è piuttosto semplice e alla portata di tutti. Vi basterà prendere un quaderno o un’agenda e suddividere le pagine in giorni e ore. Questo è il primo passaggio da compiere, dopo di che dovrete solo creare gli spazi per alcune voci in cui andrete ad inserire le vostre annotazioni.

  1. Tipo di alimento (cibo o bevanda)
  2. Quantità
  3. Luogo in cui vi trovavate quando l’avete consumato
  4. Persone che erano con voi (scrivete “nessuno” se avete mangiato da soli)
  5. Senso di fame avvertito prima e dopo il pasto
  6. Stato d’animo (com’era il vostro umore quando avete deciso di mangiare?)
  7. Cibo desiderato (quale cibo avreste voluto mangiare in quel momento?)

Ogni volta che mangiate annotate l’orario e rispondete a tutte queste domande, ricordandovi di segnare ogni alimento ingerito (cibo e bevande, ma anche cioccolatini, caramelle e chewingum).

Una buona abitudine è quella di integrare il diario alimentare di base con una sezione dedicata all’attività sportiva, in cui annoterete:

  1. Orario
  2. Tipo di attività svolta
  3. Durata
  4. Luogo
  5. Compagnia (scrivete “nessuno” se eravate soli)
  6. Stato d’animo (come vi siete sentiti prima e dopo l’allenamento?)

 

Diario alimentare: risorse utili

Per aiutarvi nel realizzare al meglio il vostro diario alimentare abbiamo deciso di segnalarvi due risorse molto utili. Si tratta di una applicazione per smartphone che permette di creare in automatico una versione digitale di diario alimentare che potete tenere sempre a portata di mano e l’estratto di una ricerca condotta su questo strumento dall’INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione) che potete leggere e conservare.

E ricordate: per qualsiasi domanda, dubbio o consiglio potete rivolgervi ai nostri esperti!