tarassaco, proprietà e benefici

Tarassaco, proprietà e benefici

Soffione, dente di leone, dente di cane, piscialletto, girasole dei prati: tanti nomi per una sola pianta, il Tarassaco.

Il tarassaco (Taraxacum officinale) è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Asteracee. Con le sue proprietà coleretiche, colagoghe e diuretiche, è un ottimo aiuto per contrastare  i problemi digestivi e stimolare la diuresi: non a caso il suo nome scientifico deriva dalla combinazione delle parole greche “tarakè” (scompiglio) e àkos (rimedio), un vero e proprio alleato contro i nostri “disordini” quotidiani.

 

Calorie e valori nutrizionali del tarassaco

 

I valori nutrizionali del tarassaco permettono di usarlo sia come alimento che come erba curativa. Di questa pianta si utilizzano la radice, il fiore e anche le foglie: queste ultime possono essere consumate fresche o inserite in gustose ricette.

Il tarassaco è una delle pianta per eccellenza: privo di colesterolo, povero di carboidrati, favorisce anche la regolazione dell’intestino grazie alla cospicua presenza di fibra alimentare.

In 100 grammi di foglia di tarassaco sono contenute 45 chilocalorie e i nutrienti principali sono:

  • proteine (2,7 grammi) 
  • carboidrati (9,2 grammi)
  •  fibra alimentare (3,5 grammi) 
  • calcio (187 milligrammi )
  • potassio (397 milligrammi) 
  •  vitamina C (35 milligrammi, il 58% della dose giornaliera raccomandata) 
  •  vitamina A (508 microgrammi, il 63% della dose giornaliera raccomandata)

 

Le proprietà benefiche del tarassaco

Se i valori nutrizionali del tarassaco sono perfetti per integrare una dieta equilibrata, le proprietà  benefiche di questa pianta la candidano tra i primi supporter per i nostri percorsi detox.

  • Flavonoidi, come la luteolina, l’acido caffeico e il clorogenico vantano proprietà invidiabili: oltre ad essere ottimi antiossidanti, stimolano la sintesi e il drenaggio biliare, favorendo il decongestionamento epatico e il transito intestinale, riducono l’attività degli enzimi glicosidasi e amilasi, diminuendo l’assorbimento dei carboidrati

 

  • I lattoni sesquiterpenici, come il tarassacoside, hanno dimostrato un’azione anti-infiammatoria e diuretica già a 5 ore dall’assunzione dell’estratto, non alterando né il volume delle urine, né i valori del sodio

 

  • L’inulina, fibra non assorbibile dagli enzimi prodotti dall’organismo umano, non solo migliora l’equilibrio intestinale, ma favorirebbe anche la gestione degli zuccheri, riducendone l’assorbimento.

 

Bibliografia:

Fonyuy E. Wirngo et al., The Physiological Effects of Dandelion (Taraxacum Officinale) in Type 2 Diabetes, Rev Diabet Stud. 2016 Summer-Fall; 13(2-3): 113–131. Published online 2016 Aug 10.

Bevin A. Clare et al., The Diuretic Effect in Human Subjects of an Extract of Taraxacum officinale Folium over a Single Day, The Journal of Alternative and Complementary MedicineVol. 15, No. 8, Published Online:13 Aug 2009