Articoli

Pane viola: ho un nuovo supereroe

Ho un nuovo supereroe: il pane viola

Il pane viola è il frutto degli studi del gruppo di Tecnologie Alimentari, in collaborazione con alcuni ricercatori di Biochimica Agraria dell’Università di Pisa. Deve il suo caratteristico colore perché ricco di antocianine, dei pigmenti idrosolubili dal forte potere antiossidante e antinfiammatorio.

Inoltre, sembrerebbe essere indicato anche per chi soffre di diabete e obesità, infatti, gli amidi presenti normalmente nel pane, in contatto con le antocianine, danno vita ad una reazione chimica in grado di rallentarne di circa il 20% la digestione rispetto al pane normale.

Il pane viola a lievitazione naturale è stato prodotto sostituendo parte della farina con un’ equivalente aliquota di patate viola liofilizzate (Vitelotte) che conferisce al prodotto finale un peculiare colore viola associato a un maggior livello di composti antiossidanti.  

Il pane viola a lievitazione naturale ha un peculiare colore viola associato a un maggior livello di composti antiossidanti.  

Il primogenito, nato nel 2016 a SIngapore, si chiama Purple Bread e di fatto è il primo superfood lievitato al mondo.

I superfood

Anche gli alimenti hanno i loro supereroi, si tratta dei “superfood”, ossia cibi ricchi di nutrienti che hanno un effetto benefico sull’organismo umano. Appartenenti in gran parte al mondo vegetale, questi alimenti hanno molte proprietà antiossidanti e antinfiammatorie e sono particolarmente efficaci nel contrastare le infiammazioni, le ossidazioni e i radicali liberi.

Mirtillo, bacche di goji, tè verde, peperoncino, e adesso il nuovo pane viola, sono solo alcuni dei cibi con i “super poteri”, capaci di migliorare il sistema immunitario e aiutare a prevenire le malattie. I pregi di questi alimenti sono dovuti a una massiccia presenza di antocianine, un gruppo di flavonoidi molto diffusi nel regno vegetale.

Il ‘900 è stato il secolo dell’avvento delle industrie alimentari, che hanno indubbiamente cambiato il nostro modo di alimentarci, impoverendo la qualità del cibo allo scopo di permetterne l’uso su larga scala.

I superfood ce li ha donati la natura, la loro forza è la semplicità con elevata qualità di nutrienti. Ritornare alle abitudini sane e naturali sarà la chiave per la salute dei prossimi anni, e sarà il nostro segreto da super eroi.

Pane Nostro! Un cibo spesso sotto accusa eppure indispensabile

Anno nuovo, buoni propositi, spesso troppi. In tema di corretto nutrimento, affrontando un passo alla volta, possiamo fare grandi cambiamenti. Cominciamo dal pane!

Il pane è presente tradizionalmente nella dieta Mediterranea, ma come per altri alimenti oggi vi è una certa confusione su qualità e quantità da utilizzare quotidianamente.

Per la scelta quantitativa è facile regolarsi e vi sono diverse opzioni: può essere utilizzato come alimento principe della prima colazione, alternando le versioni “dolci”, con piccole quantità di composte di frutta senza zuccheri, miele o un paio di fichi secchi o due scacchi di cioccolato fondente, a quelle “salate”, con olio extravergine di oliva oppure noci appena sgusciate. Buone anche le versioni di pane “condito” come nella tradizione di molte regioni italiane, con uvetta o noci o olive.

A pranzo, può essere la fonte di carboidrati, nella quantità adatta a ogni persona; in questo caso non sarà opportuno mangiare nello stesso pasto patate, pasta o pizza.

Per la scelta qualitativa, vi proponiamo invece poche opzioni e molte attenzioni:

la via corretta da seguire per acquistare o fare un pane nutriente è che sia a lievitazione naturale, da farina integrale macinata a pietra e possibilmente macinata di fresco. Tutto il resto sono vie di mezzo o completi fuoripista.

In breve, le motivazioni che ci spingono ad affermazioni così decise, riguardano la capacità di nutrire dei semi di cereali conservati integri fino a poco prima del consumo e la capacità del lievito madre (o lievito naturale o pasta acida) di scomporli mantenendo l’equilibrio dei nutrienti e predigerirli per noi, favorendo l’assimilazione da parte dell’organismo. Non trascurabile anche il fatto che grazie a queste caratteristiche il pane risulta saporito, profumato e consistente per diversi giorni, con alto potere saziante e più basso indice glicemico. Trovare un pane o una pizza fatti così oggi non è difficile e non è nemmeno necessario farlo in casa; sarà sufficiente informarsi presso i mulini, i negozi di alimentazione naturale, i mercatini biologici settimanali, i punti macrobiotici o attraverso internet.

Le altre forme di pane servono solo a riempire la pancia… in tutti sensi!