Seguire Metodo 3 Emme se sei in Viaggio

 

metodo 3emme in viaggio

Conoscere e assaporare nuove cucine è il bello del viaggio. Ma come si fa a tenere sott’occhio anche la salute?

Il cibo è parte integrante dell’esperienza di scoperta delle nuove culture. La cucina ci insegna molto sulla storia e lo spirito di un popolo. Detto questo, il piacere di assaggiare nuovi sapori va bilanciato con l’esigenza di non mettere su 7 chili su 7.

Oggi vediamo in che modo possiamo seguire un’alimentazione corretta sia a casa sia quando siamo in viaggio.

 

Niente spuntini on the road

Ecco qualche semplice consiglio per riuscire a mantenersi in forma anche quando siamo fuori città.

Innanzitutto, attenzione ai tempi morti. La noia è la migliore amica del mangiare dissennato. Durante le soste in aeroporto, cercate di evitare il cibo spazzatura come patatine fritte e merendine confezionate. Meglio puntare a snack più sani e leggeri.

Cercate di eliminare anche spuntini improvvisati in stazioni di servizio & co. Una buona idea potrebbe essere quella di portarsi da casa il cestino pronto con qualche panino, formaggio, arance, mele, carote, cereali da sgranocchiare e frutta secca. Se proprio dovete fermarvi al fast food, scegliete un panino semplice, evitate i fritti e le bevande zuccherate. Non cedete al fascino del menù tutto incluso perché costa meno!

E in albergo?La colazione internazionale  solitamente prevede una scelta abbastanza varia di alimenti, noi prediligiamo la colazione dolce a quella salata. Attenzione però ai prodotti da forno pieni di grassi e carboidrati raffinati. Limitate questi ultimi e preferite frutta, latte o yogurt con cereali, un succo di frutta.

 

Tanta acqua e pochi grassi

L’acqua è la vostra migliore compagna di viaggio. Non dimenticate di berla, anche mentre siete in viaggio. Portare sempre con sé una bottiglietta d’acqua è il modo migliore per assicurarsi di idratare l’organismo.

È bene ricordarsi anche che non solo ciò che si mastica ha calorie. Le calorie nelle bibite sono più pericolose, quasi non ti accorgi di ingurgitarle. Quando si ha sete, è consigliabile preferire succhi di frutta alle bibite zuccherate piene di coloranti. Viaggi e vacanze sono momenti di divertimento, ma occhio a non esagerare con gli alcolici.

Cercate sempre di optare per scelte salutari. Moderate l’assunzione di grasso, in particolare il grasso saturo, come zucchero e iodio. Mangiate invece tanta frutta e verdura. Se siete fuori a pranzo, o nel ristorante dell’albergo, perché non ordinare un bel piatto di verdura mista? Inoltre, evitate di ordinare o condire piatti con troppo sale e zucchero. Ma non solo ristoranti. Potete fare un bel giro in un supermercato o in un alimentari e acquistare gli ingredienti per un panino fai-da-te, un’insalatona, un po’ di frutta fresca. Oppure, un’altra soluzione potrebbe essere quella di prendere una camera con cucina. In questo modo, avrete l’opportunità di scegliere e cucinare personalmente le vostre pietanze. Ricordate inoltre di non trascurare mai gli standard igienici del cibo, ovunque andiate.

Per ultimo, ricordate che è festa, non perdetevi il piacere, ma senza esagerare. Un peccato al giorno è concesso!

 

Pasti regolari senza strafare

Guardate l’orologio e sincronizzate la forchetta. Quando state viaggiando, è fondamentale cercare di fare pasti regolari ed evitare di mangiare troppo. Infatti, il fuso orario interrompe i ritmi naturali del corpo. Può diventare difficile anche dormire. Se vi abbuffate prima di andare a dormire, il vostro corpo starà digerendo quando volete dormire, rendendo difficile il riposo. Inoltre il tempo di digestione dopo un pasto ad alto contenuto calorico, sarà più lungo rispetto a un pasto con più frutta e vegetali. Un utile stratagemma per minimizzare gli effetti del fuso orario, potrebbe essere quello di regolare l’orologio all’inizio del volo e regolare di conseguenza i pasti sull’orario del posto che state andando a visitare. Dormite durante il viaggio se è notte nella vostra destinazione e state svegli se invece è giorno.

Altra fondamentale avvertenza da tenere a mente è quella di non saltare i pasti. Provate a stare senza mangiare per più di 4 o 5 ore. Avere una fame da lupi già all’ora di pranzo può compromettere la vostra capacità di fare scelte sane e scatenare un’eccessiva alimentazione. Livelli costanti di energia, invece, aiutano a rimanere attenti.

Oltre ad avere cura di ciò che si mangia e di come si mangia, è indispensabile mantenersi fisicamente attivi. Una moderata attività fisica fa bene al cuore e al sistema circolatorio, come alla salute in generale. Utile avere piccoli accorgimenti quali usare le scale al posto dell’ascensore, una passeggiata, un centro benessere.

 

La vacanza finisce. E il ricordo di bei momenti non basterebbe a consolarvi sulla bilancia. Se non volete trovare sorprese spiacevoli al vostro rientro, basterà seguire qualche piccolo accorgimento e, dove possibile, cercare di mantenere le proprie abitudini.

Buon viaggio!