Ricette light per la Pasqua

ricette-alimentazione-light

Con l’articolo di oggi torniamo a proporvi alcune ricette leggere per la vostra tavola pasquale. Un menu light, facile e gustoso. Perfetto anche per chi non segue Metodo 3 Emme. Insomma, la soluzione ideale per chi aspetta ospiti per il pranzo. In questo modo potrete condividere con i vostri cari – amici e parenti – la passione per uno stile di vita sano ed equilibrato.

Vediamo, quindi, le quattro preparazioni: un menu completo, dall’antipasto al dolce, per una Pasqua davvero speciale.

 

Cestini di pomodori

Per questo antipasto avrete bisogno di:

  • Pomodori (uno per ogni ospite)
  • Cipolle di tropea (circa un quarto per ogni cestino)
  • Prezzemolo fresco
  • Basilico fresco

Acquistate pomodori rossi da insalata, ma fate attenzione che non siano troppo maturi. Sceglieteli freschi e sodi, quanto basta per poterli lavorare con il coltello.

Dopo averli lavati e asciugati, effettuate un’incisione precisa sulla sommità in modo tale da eliminarla. Mettetela da parte e, aiutandovi con un cucchiaino, svuotate i pomodori.

Riponete la polpa in una scodella e aggiungete le cipolle di tropea sminuzzate e gli odori freschi tritati. Mescolate il tutto e assaggiate il composto per verificare che tutti gli ingredienti siano ben bilanciati tra loro.

A questo punto riempite i pomodori, ad uno ad uno, e riponeteli in frigorifero per qualche ora onde evitare che si ammorbidiscano eccessivamente.

Se volete rendere questo antipasto più sostanzioso potete aggiungere alla farcitura interna dei pomodori un elemento che doni consistenza. La soluzione ideale? Qualche scaglia di pane carasau (quello tipico sardo). Il risultato sarà ancora più gustoso.

 

Spaghetti di zucchine al pesto leggero

Ecco una variante leggera e gustosa per un primo piatto a base di verdure. Ideale per vegetariani e vegani, ma anche per chi vuole mantenersi in forma. Gli ingredienti sono pochi e facili da trovare in qualsiasi supermercato:

  • Zucchine (calcolatene una e mezza a testa, circa)
  • Basilico fresco
  • Insalata valeriana
  • 2 cucchiai di olio E.V.O. biologico
  • 2 cucchiaini di semi di sesamo

Ora, passiamo alla preparazione!

Lavate e asciugate le zucchine. Dopo di che tagliatele a listarelle sottili, simili a spaghetti. Mettete a scaldare una pentola d’acqua.

Nel frattempo, lavate e asciugate anche il basilico e la valeriana. Sminuzzateli e riponeteli in un contenitore alto. A questo punto, usate il frullatore a immersione per formare una crema. Aggiungete l’olio a filo, mano a mano che frullate.

Non appena l’acqua starà bollendo, immergetevi le zucchine. Solo per qualche istante (al massimo 60/90 secondi): il tempo necessario per ammorbidire le listarelle.

Scolate e versate gli spaghetti di zucchine in un piatto di portata. Versate sopra il pesto di valeriana e basilico. In seguito, aggiungete i semi di sesamo. Portate in tavola e servite ben caldi.

Se siete amanti dell’aglio, potete pensare di aggiungerlo al vostro pesto. Non eccedete nelle dosi, però. Il rischio è quello di non bilanciare efficacemente i sapori.

 

Spigola al vapore con contorno di rucola

Un secondo piatto leggero, delicato e buono. Ancora una volta, pochi e semplici ingredienti. Facilissimi da trovare nel reparto ortofrutta del vostro supermercato di fiducia.

  • Spigola (1 filetto a testa, circa)
  • Rucola (100 gr ogni 2 persone)
  • Semi di papavero
  • Prezzemolo e basilico freschi
  • Olio E.V.O. biologico (un cucchiaino a porzione, circa)

Lavate e pulite i filetti di spigola e cuoceteli al vapore, adagiandovi sopra qualche foglia intera di prezzemolo e basilico.

A parte lavate la rucola e tagliatela, fino a ridurla a un trito molto fine.

Quando il pesce sarà giunto a metà cottura, spolverate sulla superficie un po’ di semi di papavero.

Una volta pronte, impiattate le spigole e – a parte – componete il contorno unendo la rucola, il basilico e il prezzemolo tritati. Condite con un cucchiaino di olio E.V.O. biologico e spolverate l’insalatina con i semi di papavero. Portate in tavola finché il pesce sarà ancora caldo.

 

Torta fredda allo yogurt e kiwi – versione light

Ecco una versione leggera della famosa torta fredda allo yogurt. Una ricetta che abbiamo voluto arricchire con un frutto che piace a tutti e fa bene: il kiwi.

Questi gli ingredienti necessari:

  • 2 o 3 vasetti di yogurt di soia (potete scegliere tra quello bianco e uno aromatizzato alla frutta. Per la nostra ricetta il più indicato è quello al limone)
  • 7 cucchiai di latte di riso
  • 3/4 cucchiai di maizena
  • 200 gr circa di biscotti leggeri di avena
  • 1 cucchiaio di margarina

Iniziate preparando la base. Mettete nel frullatore i biscotti e sminuzzateli. Aggiungete, poi, la margarina e portate a termine l’operazione. Finite aiutandovi con una forchetta, così da ottenere un composto omogeneo e compatto.

Procuratevi una tortiera tonda – meglio se apribile ai lati – e foderatela di carta forno. Versate sul fondo la base di biscotti, in modo tale da formare uno strato ben livellato. Riponete in frigorifero per qualche decina di minuti.

Nel frattempo unite allo yogurt il latte e la maizena, all’interno di un recipiente sufficientemente ampio. Mescolate con vigore per miscelare accuratamente tutti gli ingredienti. Se lo preferite, potete aiutarvi con una planetaria.

Quando il composto avrà raggiunto la giusta consistenza (cremosa, ma non troppo lenta), prendete la base e ricopritela.

Mettete la torta leggera allo yogurt in frigorifero per almeno 3 o 4 ore prima di servirla.  Ora, a voi la scelta: potete gustarla così, oppure aggiungere qualche fettina di kiwi sulla superficie.

 

Il vostro menu di Pasqua

E voi, cosa porterete sulle vostre tavole per festeggiare la Pasqua? Siamo davvero curiosi di sapere cosa ne pensate delle ricette che vi abbiamo proposto. Le conoscevate già?

Se deciderete di provarle a fare a casa vostra, scattate una foto e inviatecela! La pubblicheremo sulla nostra pagina Facebook. Vi aspettiamo!