Quanto conosci il cibo che mangi?

Quanto conosci il cibo che mangi? Attualmente la conoscenza del singolo consumatore non soltanto non è sufficiente, ma può essere falsata da vari aspetti. Un esempio tipico è la durata e il mantenimento dei cibi che oggi l’evidenza scientifica ha dimostrato che non è innocua. Quanto faccia male non è facilmente quantificabile, ma che, per esempio, nitriti ed i nitrati presenti nei salumi industriali, e altri tipi di conservanti presenti in altri prodotti, non siano innocui è scientificamente noto. In definitiva dobbiamo chiederci in coscienza, e gli addetti ai lavori “in scienza”, come e perché mangiamo più chimica che prodotti naturali, chimica fatta in laboratorio per uso industriale che permette ai prodotti di mantenersi il più a lungo sugli scaffali ma di determinare condizioni non favorevoli al nostro organismo. E’ il dilemma dell’uomo moderno: tutto deve essere a portata di mano e di facile fruibilità, spesso a scapito della qualità. Basti pensare alla classica coscia di pollo incellofanata in vassoi di plastica, proveniente da allevamenti intensivi dove l’animale è stato alimentato con cibi trattati per farli crescere più in fretta e sottoposti spesso a terapie antibiotiche per non farli ammalare. A tutto questo va aggiunto il lavaggio finale delle carni con varechina per abbattere la carica batterica. Il pollo è un cibo sano, da portare a tavola anche due volte la settimana, ma deve essere allevato a terra, all’aperto e nutrito con mangimi naturali. Ma soprattutto, come sostiene sempre il Dott.Mariani “il pollo lo mangi quando lo spenni”, ovvero certezza della provenienza. Fondamentale conoscere l’origine dei prodotti alimentari, il consumatore deve essere ben informato su quello che sta per mettere a tavola. Una volta a conoscenza e consapevole viene data facoltà alla persona di scegliere cosa mangiare o meno. A supporto di questa posizione il 13 dicembre 2014 è entrata in vigore una legge europea che prevede la fornitura obbligatoria delle informazioni sugli alimenti ai consumatori, basta leggere ciò che metti nel carrello del supermercato quando fai spesa.

“IL TAO DELL’ALIMENTAZIONE” Casa Editrice: Capponi Editore www.capponieditore.it Autore: Mauro Mario Mariani Prima edizione: dicembre 2015 Pagine: 350 Distribuzione: Mondadori, Feltrinelli e in tutte le altre librerie