Quale Alimentazione seguire in caso di Ipertensione

ipertensione_dieta

L’ipertensione è un problema che riguarda milioni di italiani, i quali, ogni giorno, si trovano alle prese con terapie e diete specifiche. In effetti, una delle battaglie più efficaci che possiamo condurre contro questo disturbo si svolge proprio a tavola.

Vi proponiamo allora qualche semplice regola alimentare che, se seguita con costanza, vipermetterà di tenere sotto controllo l’ipertensione.

 

L’ipertensione si combatte a tavola

L’ipertensione arteriosa, ovvero l’aumento patologico e costante della pressione del sangue nelle arterie, rappresenta il principale fattore di rischio di malattie cardiovascolari, oltre che l’insorgere di danni ai reni, alla retina e al cervello. Ecco perché è così importante prevenire e curare questa alterazione.

I sintomi legati all’ipertensione non sono specifici, ma tra quelli più comuni rientrano:

  • Mal di testa
  • Stordimento e vertigini
  • Ronzii nelle orecchie
  • Alterazioni alla vista
  • Perdite di sangue dal naso

Questo disturbo, però, può anche essere presente senza provocare alcun sintomo. Infatti, solo circa la metà di chi soffre di ipertensione ne è consapevole. Controllare regolarmente la pressione arteriosa e mantenerla a livelli raccomandati, è possibile grazie all’adozione di una stile di vita sano. Infatti, contro l’ipertensione arteriosa il consiglio fondamentale è quello di seguire una dieta ragionata e utile per favorire l’organismo nello svolgimento delle sue funzionalità.

 

Più frutta e verdura e meno sale

La prima cosa a cui si raccomanda di provvedere per diminuire la pressione arteriosa, è la riduzione dell’apporto di sodio nell’alimentazione. E la prima fonte di sodio è il sale da cucina, che utilizziamo tutti i giorni per insaporire i nostri cibi. Ma anche tanti altri alimenti contengono di per sé quantità di sodio.

Vediamo allora qualche utile accorgimento eliminare il sale dalle nostre abitudini quotidiane.

  • Non aggiungere sale alle pietanze già condite
  • Abituare il palato ad apprezzare il sapore originale dei cibi
  • Non aggiungere sale all’acqua di cottura della pasta
  • Utilizzare spezie e aromi per condire i piatti
  • Preferire il pane senza sale
  • Ridurre al massimo il consumo di cibi pronti, spuntini salati, salse, dadi

 

Inoltre, ricordiamo che è fondamentale nell’alimentazione dell’iperteso aumentare il consumo di frutta e verdura. Queste sono infatti ricche di vitamine e proprietà antiossidanti per la salute cardiovascolare e non solo.

Sarebbe preferibile anche scegliere alimenti bio e integrali, oltre che autocontrollarsi con il consumo di dolci e bevande zuccherate.

Per ultimo, sempre meglio prediligere le carni bianche (come quelle di pollo o tacchino) e il pesce azzurro in quanto ricco di Omega – 3.

 

Consigli per abbassare la pressione alta

Per le persone che soffrono di ipertensione, è dunque fondamentale seguire un’alimentazione corretta che favorisca il benessere del cuore e dell’intero organismo. Ma, al fine di migliorare i livelli di pressione arteriosa, ci sono altri fattori di rischio che devono essere tenuti sotto controllo. Vediamoli insieme:

  • Ridurre il proprio peso corporeo: se il soggetto iperteso presenta una condizione di obesità o sovrappeso, i livelli di pressione arteriosa aumentano dell’8%.
  • Fare attività fisica: è stato dimostrato che non esistono dubbi sull’utilità dell’attività fisica nel trattamento dell’ipertensione arteriosa. Il miglior esercizio è la camminata in superficie piana per un’ora al giorno, con una frequenza di tre volte a settimana.
  • Tenere a bada lo stress: lo stress, infatti, aumenta i livelli di pressione arteriosa. Bisogna acquisire un buon autocontrollo per non caricarsi eccessivamente di tensione. Inoltre, esistono anche tecniche di rilassamento efficaci come lo yoga.
  • Eliminare fumo e alcool: il tabacco danneggia le pareti dei vasi sanguigni e velocizza l’indurimento delle arterie, mentre l’alcool fa aumentare notevolmente la pressione. Quindi, cercare di diminuire al massimo le dosi.

 

Seguire qualche buona abitudine e uno stile di vita più sano può fare la differenza per chi soffre di ipertensione. Ovviamente, quando il caso è grave e alimentazione e attività fisica non sono sufficienti a mantenere stabili i livelli di pressione, si deve ricorrere alla terapia farmacologica. In ogni caso, è sempre consigliato rivolgersi al proprio medico di fiducia.

 

Per qualsiasi dubbio, i nostri esperti sono a disposizione per darvi tutti i chiarimenti che vi occorrono.