Le proprietà benefiche di un sonno ristoratore - Metodo 3EMME

Estate, tempo di riposo: le proprietà curative del sonno

Per la medicina Ayurveda il sonno è uno dei tre pilastri della buona salute, gli altri due sono la corretta alimentazione e le sane relazioni interpersonali.

Parlandovi delle proprietà curative del sonno vi riporto senza aggiungere del mio le citazioni del  Caraka Samhita uno dei testi più antichi e sacri della medicina Ayurveda per poi andare a vedere nel successivo articolo cosa ci dice la medicina moderna con i suoi studi e ricerche: è nata da poco la medicina del sonno. Questi versi del testo ayurveda per me nella loro semplicità sono ricchi di saggezza medica e di poesia evocativa:

“Un sonno profondo promuove la buona fortuna, nutre il corpo, dà forza e vitalità, promuove la conoscenza e dona vita.”

“Il sonno sopraggiunge quando la mente e il corpo sono stanchi e gli organi di senso si ritirano dai loro organi.”

“Un sonno eccessivo e fuori orario e una veglia prolungata deprivano sia della felicità che della longevità. Lo stesso sonno, se goduto in modo appropriato, porta felicità e longevità negli esseri umani come la vera conoscenza porta Siddhi  (potere spirituale) nello Yogi.”

“Felicità o miseria, nutrimento o emaciazione, forza o debolezza, virilità o sterilità, conoscenza o ignoranza, vita o morte: tutto ciò si manifesta come la conseguenza di un sonno appropriato o non appropriato.”

Per l’Ayurveda le cause principali per i disturbi del sonno sono:

– mangiare troppo e tardi a cena e con cibi pesanti;

– assumere sostanze stimolanti;

– ipereccitazione del sistema nervoso: lavorare fino a tardi, guardare la tv, discussioni accese;

– coltivare a lungo emozioni quali la tristezza, l’ansia, la preoccupazione ed il nervosismo;

– andare a letto troppo tardi. Per questa antica medicina il sonno migliore va dalle 22 alle 4 del mattino, loro chiamano queste ore il sonno della giovinezza e della bellezza perché in queste ore si attiva solo se si dorme l’ormone GH che va a riparare e ricostruire i tessuti. Per noi occidentali forse le ore 22 sono improponibili, però se si riuscisse ad andare a dormire un po’ prima la sera il nostro stato di salute e di benessere ne gioverebbe.

Leggi anche: Cibo e mente, allearsi conviene

Quali sono i rimedi auyvedici per un sonno ristoratore?

Ve ne riporto alcuni potete sceglierli se volete in base a quello che vi piace e vi ispira di più: in ayurveda ogni cura deve essere il più dolce e piacevole possibile. Inoltre loro insistono che la cura più adatta è quella che tiene conto della singola costituzione del soggetto: ad esempio una persona che ha il sistema nervoso eccitabile e che utilizza molto questo organo i così detti mentali ma anche gli artisti (costituzione vento) per loro stessa natura avranno difficoltà ad avere un sonno regolare (il vento muta, è incostante, è etereo e veloce e viaggia) ma sarà proprio quel soggetto ad avere più bisogno di tutti di un sonno ristoratore a cui dovrà avvicinarsi senza sforzo e con i suoi tempi.

Ecco alcuni dei rimedi:

– Un bagno riposante con erbe calmanti e riposanti con oli di lavanda, melissa e timo.

– Usare queste spezie nei condimenti dei pasti serali: un pizzico di cannella, cardamomo, curcuma e noce moscata.

Leggi anche: Curcuma. Odore, sapore e colore a tutta salute

– Cena leggera ed evitare gli alcolici.

– Mentre si sta distesi a letto, sdraiati sulla schiena, chiudere indice e pollice di entrambe le mani come nel Gyan mudra con le braccia rilassate e distese in modo naturale ai lati del corpo. A causa della posizione verso il basso del mudra la mente diviene connessa con la terra, che calmerà mente e corpo: la mente si rilasserà, mente e corpo sperimenteranno la pace e il sonno avverrà naturalmente.

– Massaggiare delicatamente i piedi prima di coricarsi con olio di mandorle e olio essenziale di lavanda.

– Prima di andare a letto stare semplicemente seduti per 10 minuti e da ascoltare una melodia calmante, stare un po’ in silenzio prima di coricarsi.

– Dormire in una stanza più armonica e pulita possibile.

– Massaggiare delicatamente i piedi prima di coricarsi con olio di mandorle e olio essenziale di lavanda.

Leggi anche: Esercizi per Combattere il Gonfiore alle Gambe

– Assumere delle posture di rilassamento per pochi minuti nel letto come quella Balasa o Postura del bambino.

– Assumere la sera prima di dormire sotto forma di tisana o di estratto di Valeriana o di Ashvagandha. Quest’ultima pianta è pacificante e nutriente del sistema nervoso, del colon e dell’apparato genitale maschile e femminile. Ci sono molte altre piante con conciliano il sonno ma per più facile reperibilità ricorriamo alle preziose  piante nostrane della medicina mediterranea come il papavero rosso, il tiglio, i fiori d’arancio, il luppolo, la passiflora, il biancospino ( non in estate perché abbasserebbe troppo la pressione), la lavanda, la melissa.

In corretto stile di vita la qualità è la giusta quantità di sonno, né troppo né poco, sono fondamentali, senza mai dimenticarsi che la sana alimentazione riveste un ruolo di primaria importanza nel mantenimento della salute. Nella costruzione di una casa i fattori più importanti sono la bontà del progetto e la qualità dei materiali impiegati: il corpo è una casa sacra, il suo progetto è l’intelligenza che si trova racchiusa nella molecola di DNA, mentre i materiali di costruzione sono rappresentati dai nutrienti presenti nella dieta.

… Mi rimane solo da augurare buon sonno a tutti!

 

‘Che tutti gli esseri vivano in pace e in tranquillità, tutti, chiunque essi siano: fragili o forti, alti o bassi, grandi o piccini, visibili o invisibili, vicini o lontano, nati o non nati’, Da un’antica preghiera buddista

 

3EMMEr Dott.ssa Germana Scalesse, Biologo Nutrizionista

 

Caraka Samhita, “Lezioni di Ayurveda Maharishi”, dott. Ernst Schrott

Ayurveda. La medicina dell’armonia tra uomo e l’universo” – Dott. Ernesto Iannacone – Tecniche Nuove, 2006