Il pompelmo: disinfettante e stimolante dell’apparato digerente

dieta-pompelmo-dimagrire-salute-benessere

Ci occupiamo ancora una volta di educazione alimentare con un articolo dedicato a un alimento molto famoso e apprezzato: il pompelmo.

Nonostante le sue origini orientali, questo frutto è ormai diffuso in tutto il mondo. Le sue caratteristiche?

Il sapore tendenzialmente amarognolo, la colorazione e il profumo. Ma anche le proprietà benefiche che lo rendono perfetto per chi vuole seguire uno stile di vita sano e bilanciato.

Oggi ve lo presentiamo nel dettaglio, illustrandovi le ragioni per le quali è importante consumarlo.

 

Il pompelmo: cosa contiene al suo interno?

Questo frutto contiene un ventaglio di nutrienti importanti per il benessere del nostro organismo. Sostanze che ci aiutano a mantenerci in forma, stimolando alcune funzioni chiave dei nostri apparati.

Vediamo, quindi, quali sono queste sostanze nutritive e cerchiamo di capire perché fanno bene.

  1. Fibre
  2. Vitamine
  3. Flavonoidi
  4. Limonene
  5. Minerali

A fronte di un apporto calorico contenuto (circa 25 chilocalorie ogni 100 grammi), il pompelmo ci consente di introdurre nel nostro organismo alcune sostanze preziose. Tra quelle citate nell’elenco una delle più rilevanti è il limonene, che ha proprietà antitumorali.

Ma non finisce qui, perché le fibre – presenti in discreta quantità – aiutano a regolare il transito intestinale, mentre vitamine e minerali esercitano tutta una serie di effetti positivi.

Da sottolineare la presenza di flavonoidi, antiossidanti che ci aiutano a proteggere il fegato e l’apparato cardio-circolatorio.

 

Le proprietà benefiche del pompelmo

Passiamo, ora, alle proprietà benefiche di questo frutto. Come appare chiaro, la composizione ricca e bilanciata conferisce al pompelmo la capacità di influire positivamente su numerosi processi biologici.

Questo è vero, soprattutto se consideriamo le proprietà che lo caratterizzano. Tra queste le più importanti sono:

  1. Disinfettanti;
  2. Digestive (per beneficiarne al meglio è consigliato assumerle dopo pranzo);
  3. Brucia grassi (sempre a fine pasto, il pompelmo aiuta a trasformare i lipidi contenuti negli alimenti in energia);
  4. Analgesiche (in caso di dolore, assumere un cucchiaino di succo in una tazza di caffè aiuta ad attenuarlo);
  5. Sedative;
  6. Antibatteriche.

 

Curiosità sul pompelmo

Ecco alcune curiosità che è bene conoscere se si vuole godere pienamente delle proprietà presenti nei pompelmi.

  • Se è vero che il frutto contiene pochissime calorie ed è completamente sprovvisto di grassi, dobbiamo evitare di consumarlo in grandi quantità perché, a dosi elevate, può causare nausea e vomito.
  • Prestate attenzione anche se state assumendo farmaci (come ciclosporina, benzodiazepine o estroprogestinici), in quanto ne riduce la capacità di assorbimento da parte dell’organismo.

E a voi, piace il pompelmo? Siete soliti consumarlo? Raccontateci quali sono le vostre abitudini alimentari e chiedete consiglio ai nostri esperti!