osteoporosi e latte

Il Calcio Verde

Nonostante il 64% degli italiani beva latte ogni giorno l’osteoporosi è una malattia che nel nostro paese colpisce 4,5 milioni di persone. Sulla correlazione apporto di calcio e osteoporosi di discute e ci si chiede se bere latte sia effettivamente benefico.

Osteoporosi e latte: il consumo di questo alimento non protegge dal rischio

Lo studio ‘’Harvad Nurses Healt’’ condotto su 78.000 donne per dodici anni, ha evidenziato che il latte non protegge dalle fratture, infatti, le donne che assumevano almeno 3 bicchieri di latte al giorno risultavano aver avuto, seppur sensibilmente, più fratture rispetto a quelle che assumevano latte raramente.

Gli studi fin qui condotti non dimostrano che latte e latticini proteggono dalle fratture osteoporotiche, bensì fanno presumere i contrario.

Questo sarebbe dovuto al fatto che il latte, nel fornire calcio, porta all’organismo anche tante proteine animali, forse troppe, che sono responsabili dell’abbassamento del ph del sangue, fenomeno dell’acidificazione. La conseguenza è che l’organismo richiama calcio dalle ossa per tamponare questa situazione.

 

 Il latte annulla l’effetto antiossidante del tè

 

Il Tè grazie al suo potere antiossidante ha un effetto protettivo sulla funzione vascolare; uno studio del 2008 ha indagato l’attività antiossidante del tè nero con l’aggiunta di latte e zucchero. I dati emersi hanno spinto i ricercatori a concludere che il latte neutralizza gli effetti benefici del tè, evidenziando come sia la caseina, principale proteina del latte, la responsabile del mancato effetto positivo dei polifenoli del tè.

 

 Vegetali ricchi di calcio: il calcio verde

 

L’alternativa migliore al calcio del latte è il calcio verde: ovvero i vegetali ricchi di questo prezioso minerale.

Tra i vegetali più ricchi troviamo: rucola (300 mg), cavolo riccio (139 mg), cime di rapa (106 mg), cavolo cappuccio (60 mg) e broccoli (47 mg), è importante mangiarli ogni giorno, cucinandoli a vapore, o ricavando estratti con verdure crude e frutta.

Oltre alla verdura ricca di calcio, lasciamo spazio nel nostro menù a: Frutta secca come mandorle (240 mg), noci (170 mg), nocciole (140 mg) e pistacchi (110 mg): sono sufficienti 4-5 pezzi 3 volte al giorno.

Da non dimenticare anche legumi, pesci e germogli per completare insalate o creare gustosi piatti:

tavola osteoporosi e latte