Finocchio Metodo 3EMME

OCCHIO! FA BENE IL FINOCCHIO

Il finocchio possiede proprietà digestive: l’impiego erboristico fondamentale di questa pianta inizia dal tempo dei faraoni ed arriva fino ai giorni nostri. Nel III secolo a. C. Ippocrate prescriveva il finocchio come trattamento per le coliche intestinali dei bambini, 400 anni dopo Dioscoride lo definiva un soppressore dell’appetito e ne raccomandava i semi per promuovere la secrezione lattea.

I Greci ritenevano che contribuisse alla diminuzione del peso, mentre secoli dopo l’erborista inglese Culpeper ne suggeriva l’uso per “eliminare i gas intestinali, aumentare la secrezione lattea, purificare gli occhi dai veli che compromettono la vista, allontanare il disgusto che talvolta opprime lo stomaco degli ammalati”. Gli abitanti dell’America Latina ne fanno bollire ancora oggi i semi nel latte per ottenere un rimedio galattogogo (sostanza in grado di promuovere ed aumentare la produzione di latte). In Giamaica lo si usa per curare il raffreddore, in Africa nel trattamento di diarrea e problemi digestivi.

Potrebbe anche interessarti: Depurarsi e Sgonfiarsi con le Tisane

Il finocchio possiede numerose proprietà benefiche, digestive, galattogoghe, espettoranti, come collirio o attenuante per le miscele lassative di erbe…

 

Gli erboristi contemporanei raccomandano il finocchio come digestivo, galattogogo, espettorante e collirio, oltre che per attenuare le miscele lassative di erbe.

Il finocchio esercita un’azione rilassante sulla muscolatura liscia che riveste l’apparato digerente, favorisce, inoltre, l’espulsione dei gas intestinali e promuove la secrezione della bile, favorendo con ciò la digestione dei grassi. Studi condotti sugli animali dimostrano che il finocchio svolge un’azione diuretica e questo effetto è probabilmente legato al suo impiego tradizionale per favorire il dimagrimento.

Potrebbe anche interessarti: Il benessere dell’organismo e la Digestione                                                                         

Mangiare un’insalata di finocchio crudo condita con olio EVO (olio extravergine di oliva) e limone prima del pasto favorisce la secrezione degli enzimi digestivi ed aiuta a produrre meno gas intestinali.

Durante la gravidanza può essere utile “sgranocchiare” un pezzo di finocchio crudo prima del pasto o durante la giornata per attenuare il senso di nausea. Si possono sfruttare le sue proprietà digestive anche  masticando un cucchiaino di semi oppure facendo un  infuso o assumendo una tintura.

Potrebbe anche interessarti: Gravidanza e Metodo 3 Emme: i nostri esperti rispondono

Per preparare un gradevole infuso, usare da 1 a 2 cucchiaini di semi schiacciati per una tazza di acqua bollente, lasciando in infusione per 10 minuti. La dose massima è di tre tazze al giorno.

 

3EMMEr Dr.ssa Sonia Congia – Biologo Nutrizionista

Fonte: Michael Castleman, Le erbe curative, Tecniche Nuove, 2007