Nutrizione vibrazionale: il cibo ricco di vita.

Il cibo cura, riequilibra, sostiene, rafforza e depura, se scelto e combinato nel modo giusto.

La scienza della nutrizione è in continua evoluzione e l’acquisizione di nuovi studi fa sì che le raccomandazioni per una dieta corretta vengano periodicamente aggiornate in funzione delle nuove conoscenze.

L’ingegnere francese Andrè Simoneton era un esperto in elettromagnetismo e collaborò allo studio delle vibrazioni degli alimenti utilizzando i lavori di altri importanti ricercatori. Per ben 20 anni face ricerche sull’effetto che gli alimenti possono avere sul corpo umano. Poiché tutto ciò che vive, compreso il nostro organismo, emette radiazioni, egli si chiese quali radiazioni lo indeboliscono e quali lo fortificano. Capì che ogni alimento, come ogni essere vivente, oltre ad avere un potere calorico (chimico-energetico) e un valore nutrizionale, ha anche un potere elettromagnetico (vibrazionale). Per portare avanti le sue ricerche usò un contatore Geiger, una camera ionizzante di Wilson e il Biometro di Bovis, con tali strumenti fu in grado di stabilire che ogni essere umano emette delle radiazioni attorno ai 6200/7000 Angstrom (questa lunghezza d’onda corrisponde al colore rosso dello spettro solare). Constatò anche che al di sotto dei 6500 Angstrom l’organismo non può più mantenersi in buona salute e compare la malattia. Misurò la quantità di onde elettromagnetiche degli alimenti, classificandoli in base a queste. L’energia e la vitalità di un essere vivente, si esprime in termini di bioelettricità e magnetismo. La cellula ha un’energia vibrazionale e utilizza energia per svolgere le sue funzioni. Per mantenere e per innalzare l’energia vibrazionale, bisogna assumere le categorie degli alimenti che sono in risonanza con l’uomo, per ottenere salute e longevità

 

Gli alimenti, da un punto di vista di alimentazione vibrazionale, sono suddivisi in:

Alimenti superiori (con vibrazioni dai 6500 A. in su)

–       frutta fresca ben matura e relativi succhi

–      ortaggi e legumi freschi o cotti con temperatura non superiore ai 70°

–       grano, farinacei, cereali integrali e dolci fatti in casa

–       tutta la frutta oleaginosa ed i loro oli essenziali, olive, mandorle, pinoli, noci, semi di girasole

–       nocciole, noci di cocco e la soia

–       olio di extravergine di oliva

–       burro freschissimo di giornata, formaggi freschi non fermentati, crema del latte e uova di giornata

Alimenti di appoggio (con vibrazioni tra 6500 – 3000 A.)

–       latte fresco appena munto burro normale

–       uova non di giornata

–       miele, zucchero di canna

–       vino

–       verdure cotte conservativamente

Alimenti inferiori (con vibrazioni dai 3000 A. in giù)

–       carne, salumi, uova dopo il 15° giorno, latte bollito, thè, caffè, marmellate, pane bianco, formaggi fermentati.

Alimenti morti ( senza alcuna vibrazione )

–       conserve alimentari, margarine, tutte le pasticcerie e i dolci industriali, liquori e alcolici, zucchero raffinato

Anche la freschezza degli alimenti è un fattore di primaria importanza. Alcuni procedimenti, che normalmente vengono usati in cucina, alterano o distruggono alcune qualità dei nostri cibi, un esempio ce lo forniscono le pentole a pressione e la cottura in acqua bollente. I cibi cucinati a vapore conservano invece parte delle loro proprietà . Gli alimenti conservati mediante la pastorizzazione non contengono quasi più nulla delle loro qualità vibrazionali (irradianti); mentre quando sono trattati con processi disidratanti (per esempio la liofilizzazione) le conservano in gran parte. TUTTI gli alimenti ritenuti i più sani, sono quelli la cui vibrazione è la più alta, ossia quelli che irradiano di più e che tendono a mantenere o ad elevare la vibrazione umana. Il cibo è ricco di vita non solo per il suoi valori nutrizionali, quindi l’apporto di macro e micronutrienti indispensabili alle attività del nostro corpo è anche un importante portatore effettivo di vita. Fondamentale è la cura e l’attenzione con cui cuciniamo e mangiamo quel cibo perché anche noi irradiamo energia ed informazione e siamo in grado di comunicare e di interagire con la materia che ci circonda. Un film molto bello che descrive come il cucinare sia una vera e propria alchimia e si intitola “Come l’acqua per il cioccolato” di Alfonso Arau.

– Radiations des aliments, ondes humaines et santé – André Simoneton – Le courrier du livre – ISBN : 978-2-7029-0058-1

– La vita segreta delle piante di Peter 2014 di Peter Tompkins, Christopher Bird

– Il Tao dell’Alimentazione – Mauro Mario Mariani – Capponi Editore – ISBN 978 88 97066 859

– L’uomo oltre il semplice apparire, la bioenergetica del vivente – Giampaolo Ciao – Tecniche Nuove EAN: 9788848125970

3emmer Dott.ssa Germana Scalesse, Biologo Nutrizionista