Ricette a base di Farro

Le Proprietà Benefiche e terapeutiche del Farro

Ricette a base di Farro

Oggi andiamo alla scoperta delle proprietà terapeutiche, i benefici e le controindicazioni del farro, un cereale spesso sottovalutato. Vediamo una ricetta leggera e appetitosa per cucinarlo in modo semplice e valorizzarne le caratteristiche.

 

I benefici del farro

Il farro è un cereale straordinariamente adatto alla nostra alimentazione, in quanto dotato di proprietà nutrizionali superiori a quelle degli altri cereali. Analizziamo i suoi principali componenti.

–          Potassio: importante per il corretto svolgimento dei processi osmotici delle cellule

–          Fosforo e magnesio: costituenti fondamentali per la salute di ossa e denti

–          Vitamina A e B: importanti per la salute e la bellezza della pelle

A questi vanno aggiunti altri aspetti come l’alto contenuto di fibre e l’indice glicemico basso che ne fanno un ottimo alleato di chi vuole perdere peso.

A chi è consigliato questo cereale?

  • A chi ha il diabete. Il farro ha un indice glicemico inferiore a riso e pane bianco, ciò vuol dire che rispetto a questi alimenti ha una minore capacità di aumentare la glicemia. All’interno di un menù settimanale di un diabetico il farro può essere una valida alternativa alla pasta.
  • A chi soffre di stitichezza. Grazie all’elevato contenuto di fibra, il farro può essere considerato un alimento con proprietà lassative ed è quindi consigliato in caso di stipsi.
  • A chi vuole dimagrire. Il farro è un ottimo alimento all’interno di una dieta dimagrante. L’indice glicemico basso e l’alto apporto di fibra che caratterizzano il farro ci permettono di essere sazi più a lungo e di contenere così il senso di fame.
  • Alle donne in gravidanza. Le proprietà nutrizionali sopraesposte sono benefiche anche per una donna in gravidanza, visto che:
    • La fibra migliora la stipsi di cui una donna in gravidanza soffre di frequente
    • L’indice glicemico basso riduce il rischio che insorga il diabete gestazionale
    • Il ridotto apporto di calorie evita l’aumento eccessivo del peso
    • Il basso contenuto di sodio permette di prevenire l’ipertensione gravidica
  • Ai bambini. Il farro fa bene anche ai più piccoli per i preziosi nutrienti che contiene e per il fatto che è un prodotto biologico. Tuttavia, nei loro confronti va usata qualche accortezza in più: soprattutto se molto piccoli, per le prime volte, è meglio farlo assaggiare in piccole quantità per accertarsi che sviluppi allergie.

 

A chi può far male: controindicazioni

Il farro, come il comune grano tenero, contiene glutine. Non è dunque adatto a chi soffre di celiachia o di intolleranza a questo elemento e deve dunque seguire una dieta senza glutine. Chi è invece allergico alle proteine del grano, potrebbe invece tollerare le proteine contenute nel farro, che risultano di più facile tollerabilità. Inoltre, l’elevato contenuto di fibre del farro, in particolare la sua versione integrale, potrebbe rendere questo alimento controindicato in soggetti con particolari problemi intestinali o digestivi

Questi sono comunque aspetti da valutare con attenzione a seconda della salute e delle problematiche individuali.

 

Una ricetta: farrotto alla zucca e rosmarino

Dato che il farro è un prodotto base dell’alimentazione umana da molti secoli, sono tantissime le ricette che abbiamo a disposizione per gustare al meglio questo prodotto.

Per avvolgere di gusto le vostre giornate, abbiamo scelto di presentarvi un primo piatto semplice e gustoso: il farrotto alla zucca e rosmarino. Ecco come si cucina.

Ingredienti:

–          380 gr di farro perlato

–          500 gr di zucca già pulita

–          ½ porro

–          Olio Evo

–          Rosmarino

–          Pepe

Preparazione:

  1. In un tegame mettete due cucchiai d’olio extravergine e aggiungete il porro tritato, portate sul fuoco e fate rosolare a fuoco lento.
  2. Tagliate a cubetti la zucca e aggiungetela al soffritto. Ora, aggiungete anche il farro sciacquato.
  3. Coprite abbondantemente di acqua, salate e fate cuocere per circa 30 minuti (se dovesse asciugare aggiungete altra acqua).
  4. Tritate finemente il rosmarino e aggiungetelo qualche minuto prima della cottura del farro.
  5. Servite aggiungendo un po’ di pepe macinato al momento.

 

E voi, conoscevate tutte le proprietà e i benefici di questo cereale? Veniteci a trovare anche sulla nostra Pagina Facebook e suggerite le vostre ricette a base di farro!