EFFETTO FARRO!

È una Miniera di Salute il cereale principe della Dieta Mediterranea, amato dai Romani, con i Fagioli risulta essere il pasto proteico più ricco e completo! Il farro è una pianta erbacea della famiglia delle graminacee. Piccolo, Grande e Medio, sono tre i tipi di Farro diffusi.

Il Triticum dicoccum, farro dicocco, il Triticum spelta , farro grande, e il Triticum monococcum, farro piccolo. Nel nostro paese la specie “dicocco” (media) è la più coltivata, soprattutto nelle zone dell’Appennino centro meridionale. Farro deriva dal latino far (da cui la parola “farina”) ed è il nome con il quale sono chiamati i frumenti vestiti. Originario dell’oriente, arrivò in Italia grazie ai Greci intorno al V secolo a.C. Il farro è il cereale da cui è nato il frumento. Per secoli è stato l’alimento base degli antichi romani e ha avuto una Simbologia importante nel matrimonio: le spose romane portavano in dono al loro sposo un dolce o del pane di farro da consumare insieme: da questo gesto trae origine la parola “confarreatio” ovvero unione. Tra i cereali, che come sappiamo hanno posizione di privilegio all’interno della dieta mediterranea, il farro ha un ruolo importante assieme a frumento, orzo, avena e mais.

Il farro ha un valore nutritivo molto alto. Esso contiene tutti gli elementi di base che sono necessari per gli esseri umani. Tante proteine, fibre, vitamine e minerali.

Per molto tempo si è discusso sul fatto che contenesse o meno glutine, lo contiene anche se in modesta quantità, per tale motivo risulta essere non adatto per le persone con celiachia. Eccezionale l’abbinamento con i legumi! Per chi si approccia ad un’alimentazione Mediterranea il farro risulta essere il partner ideale per coniugare i legumi e avere un ottimo e nutriente piatto proteico. Infatti è ricco di proteine: ne contiene dal 14,2 al 20,2 %. II farro risulta essere povero dell’amminoacido essenziale lisina, ma é ricco di Metionina. Viceversa i fagioli sono poveri di Metionina, ma ricchi di lisina. Ottima quindi la combinazione: Evviva le due Effe, Farro e Fagioli, il pasto proteico più ricco e completo! Per questo motivo non va assolutamente accostato nello stesso pasto alimenti di origine animale: carne, pesce, uova, formaggio, perché diventerebbero troppe le proteine da metabolizzare. Indicato per le diete ipocaloriche è il cereale meno calorico in assoluto, 335 calorie per 100 g. Il farro possiede un contenuto di fibre 10 volte maggiore alla comune pasta. Le fibre sono utili al nostro organismo per svolgere le sue funzioni primarie di digestione, liberare l’intestino e combattere l’aterosclerosi. Infine risulta essere una ricchissima fonte di vitamine del gruppo B, E e C e di minerali come calcio, fosforo, sodio, potassio e magnesio e il prezioso selenio, potente antiossidante.