La Dieta Autunnale per prepararsi all’Inverno

dieta_autunno

A volte il cambio di stagione interferisce con i nostri ritmi. Diventa dunque fondamentale mangiare nel modo giusto per far meglio adattare l’organismo ai cambiamenti climatici.

Ecco i nostri consigli per una corretta alimentazione in vista della stagione fredda.

 

Affrontiamo il freddo con la giusta carica

Nel passaggio dei mesi estivi a quelli invernali, capita di sentirsi stanchi, spossati. Tutta colpa della diminuzione delle ore di luce: i raggi solari favoriscono la produzione di serotonina (l’ormone che regola il buon umore), quindi, quando il bel tempo lascia il posto a nuvole e pioggia, anche il nostro spirito ne risente.

Ma dire addio all’estate e ritrovarsi in autunno non solo incide sul nostro stato d’animo, ma anche sulla nostra alimentazione. Infatti, con l’abbassamento delle temperature, aumenta anche la tendenza a mangiare di più, portandoci a privilegiare i cibi pesanti e più grassi per combattere il freddo, a discapito di alimenti leggeri, come frutta e verdura, che invece sono un ottimo alleato per affrontare al meglio e con la giusta carica l’autunno.

Ecco perché è utile seguire un’alimentazione bilanciata.

Bisogna infatti sapere che questa stagione dischiude invece sapori unici e dispensa principi nutritivi indispensabili per prepararsi all’inverno e rafforzare le difese dell’organismo.

Così l’autunno, normalmente legato dall’immaginario collettivo alla malinconia, può rappresentare, invece, la rinascita o un nuovo inizio per ritrovare la forma fisica. Scopriamo quali sono gli alimenti che ci permettono di ricaricarci per affrontare al meglio l’imminente stagione fredda.

 

Autunno: gli alimenti di stagione

L’autunno porta con sé nuova frutta e verdura di stagione e – con i buoni propositi e un regime alimentare attento – i vantaggi che ne derivano sono tantissimi.

Scopriamo quali sono i principali alimenti che non possono mancare in una dieta autunnale equilibrata.

  • Alchechengi: è una bacca rossa, arancio o gialla delle dimensioni di una ciliegia. Lo si può cuocere o spremere per ottenere il succo. Fonte indispensabile di ferro, è antireumaticodiuretico e febbrifugo.
  • Cachi: la polpa vi regala Vitamina A e ha un’azione diuretica talmente potente che, se consumato ogni mattina, diventa un’ottima arma per combattere la cellulite.
  • Fagioli: indiscussi principini tra i legumi. Fate in modo che spuntino tra le foglie d’insalata, includetelo nelle minestre fumanti, dategli la parte da protagonista in ottime vellutate. Potassio, acido folico, magnesio, ferro, rame, fosforo, zinco e vitamina B6: ai fagioli non manca nulla. Facilitano il transito intestinale, attenuano il senso di fame e sono un’ottima alternativa alla carne.
  • Pere: un concentrato di fosforo, potassio, calcio e magnesio che aiuta intestino, ossa, cervello e circolazione sanguigna. 
  • Radicchio: consumare radicchio è il modo migliore per fare il pieno di fibre senza incorrere nel rischio di accumulare grassi. Tra gli altri principi nutritivi del radicchio: vitamine (A, B2 e C) e minerali.
  • Uva: oltre a essere utile per chi soffre di stipsi, è un vero combustibile per il cervello, che utilizza il glucosio in essa contenuta per svolgere molte delle sue funzioni.
  • Zucca: il colore giallo aranciato lo deve alla Vitamina C e al betacarotene, indispensabili per migliorare la vista e lo stato di salute della pelle, il benessere delle vie respiratorie. Questo prezioso alimento autunnale può accompagnarvi per tutto l’arco della giornata: squisite torte di zucca al mattino, un bel risotto a pranzo, una crema di zucca attorno a un pasto serale.

Non dimenticate lo zenzero, alleato di stomaco, cuore, intestino, per potenziare le difese dell’organismo e ricordate che anche le cipolle e l’aglio svolgono un’azione protettiva del sistema immunitario importantissima

 

Cosa e come mangiare per mantenersi in forma?

Per superare l’autunno e prepararsi alle gioie dell’inverno, bisogna tenere conto che gli impegni lavorativi e scolastici sono ripresi con il solito ritmo frenetico. Ecco allora alcuni consigli per affrontarli al meglio:

  • Al mattino non saltate mai la colazione: le calorie introdotte con la colazione sono indispensabili per il nostro organismo per ricaricarsi dopo il digiuno notturno, tanto più che sono calorie che non vengono accumulate come adipe. Quindi, anche quando ci sentiamo appesantiti da una cena troppo abbondante, è importante consumare ugualmente una prima colazione, semmai in forma più leggera.
  • Distribuite i pasti in tre principali e due spuntini e cercate di masticare lentamente in quanto il cibo trangugiato può dare come conseguenza gonfiore addominale e sonnolenza.
  • Variate il più possibile le scelte a tavola e privilegiate frutta e verdura di stagione. Meglio limitare al minimo il consumo dei cibi in scatola, troppo ricchi di sale e conservanti, e dei cibi precotti.

 

In conclusione, mangiare bene e seguire un corretto stile di vita resta il modo più efficace per aiutare corpo e mente. In questo modo sarà facile godersi questa magnifica stagione e avere sempre il benessere a portata di mano.