Depurarsi e Sgonfiarsi con le Tisane

depurarsi_tisane

A chi non capita, ogni tanto, di sentirsi gonfio? Oppure di svegliarsi con le gambe pesanti, che proprio non ne vogliono sapere di mettersi in moto? Per non parlare poi di quei fastidiosissimi disturbi intestinali che sempre più spesso ci mettono KO.

Tutte queste problematiche possono essere risolte in una maniera semplicissima: con le tisane.

 

Un toccasana per il nostro organismo

Sebbene le tisane possano sembrare, a prima vista, un rimedio piuttosto blando (dopotutto è solo una tazza d’acqua calda), esse sono, in realtà, dei preparati fitoterapici fondamentali, in quanto contengono diverse sostanze per noi importantissime, come oli essenziali, alcaloidi, vitamine, minerali e oligoelementi.

In pratica, consumare tisane con abitudine:

  • Reidrata l’organismo, favorendo il buon funzionamento dei reni e migliorando la circolazione: sono tutte condizioni indispensabili per liberare il corpo dagli accumuli di scorie e tossine.
  • Attiva il metabolismo, grazie ai diversi effetti specifici delle piante utilizzate.
  • Gratifica chi sente spesso la necessità di “mettere in bocca qualcosa”, svolgendo il ruolo che spesso viene affidato a snack e spuntini, ma, chiaramente, appesantendo molto di meno.

 

Le quattro tisane della salute

Per raggiungere, e poi mantenere, uno stato di benessere il nostro consiglio è quello di affidarvi a una di queste quattro tisane. Ovviamente la scelta dovete prenderla voi, in base al sintomo che volete combattere.

1. Tisana Depurante

È ideale per il periodo immediatamente precedente all’inizio di una nuova dieta, per “preparare il terreno” nel modo migliore. Si può comunque continuare a consumarla, affiancandola al nuovo regime alimentare.

Ingredienti:

  • Cardo mariano, 30 grammi.
  • Bardana, 30 grammi.
  • Anice, 20 grammi.
  • Menta, 10 grammi.
  • Liquirizia, 10 grammi.

Dopo aver mescolato queste erbe, mettere a macerare un cucchiaio della miscela in una tazza d’acqua per due ore. Trascorso questo tempo, è sufficiente far bollire il composto e lasciarlo in infusione per 30 minuti. Il gioco è fatto. La dose consigliata è di 4 tazze al giorno, preferibilmente lontano dai pasti.

2. Tisana Drenante

Contrasta efficacemente il fenomeno della ritenzione idrica, responsabile del senso si gonfiore e pesantezza.

Ingredienti:

  • Foglie di frassino, 30 grammi.
  • Foglie di betulla, 30 grammi.
  • Fucus, 20 grammi.
  • Foglie e fiori di biancospino, 20 grammi.

La preparazione comincia mescolando tutte le erbe e versando 15 g del composto ottenuto in una tazza d’acqua fredda. Dopo di che, occorre far bollire per 3 minuti e lasciar riposare per 40. Infine filtrare. Vanno bevute 4 tazze al giorno per una settimana, seguite da una settimana di pausa e poi dalla ripresa per un’altra settimana. Così per un mese.

3. Tisana Sgonfiante

Questo preparato è in grado di eliminare i gas intestinali e di combattere la fermentazione.

Ingredienti:

  • Semi di cumino, 1/2 cucchiaio.
  • Semi di finocchio, 1/2 cucchiaio.
  • Semi d’anice, 1/2 cucchiaio.
  • Menta secca, 1 cucchiaio.

Fare una miscela con le erbe indicate e versarne un cucchiaino in una tazza d’acqua bollente. Quindi lasciare in infusione per 10 minuti e, alla fine, filtrare. Va consumata 2 volte al giorno, dopo pranzo e dopo cena, per 15 giorni.

4. Tisana Dimagrante

La particolare combinazione di piante da cui è composta favorisce un miglioramento del metabolismo, delle funzioni intestinali e, più in generale, di tutti i processi digestivi. La perdita di peso è solo una normale conseguenza.

Ingredienti:

  • Fucus., 40 grammi.
  • Frangola, 20 grammi.
  • Melissa, 25 grammi.
  • Liquirizia, 15 grammi.

Miscelare le erbe nelle quantità indicate, dopo di che mettere 15 g della mistura in una tazza d’acqua fredda e portare all’ebollizione. Bollire per 3 minuti, spegnere e lasciar riposare per 40 minuti. Infine filtrare ed è fatta. Dose consigliata: 4 tazze al giorno (pari a 1 litro) lontano dai pasti.

 

Alcuni suggerimenti

Le tisane andrebbero bevute senza zucchero o dolcificanti. Questo perché ogni cucchiaino di zucchero apporta circa 20 calorie e, considerando che solitamente si bevono 3/4 tazze al giorno, si capisce come questo sia un dato tutt’altro che trascurabile.

Se proprio non si può fare a meno di “addolcire” la bevanda, la scelta dovrebbe ricadere sullo zucchero di canna grezzo o, ancora meglio, sul miele. Quest’ultimo, in particolare, è da preferire non perché abbia meno calorie, ma perché è in grado di far aumentare l’effetto terapeutico di molti principi attivi.

Chiudiamo con alcuni accorgimenti, utili per sfruttare al massimo le proprietà benefiche di ogni pianta e godere appieno dei benefici che possono garantire:

  • Conservare le erbe essiccate per massimo sei mesi, dopo di che non vanno più utilizzate.
  • Per bollire l’acqua, impiegare recipienti alti in acciaio inossidabile o pyrex (vetro borosilicato). Da evitare ferro, alluminio, rame e coccio.
  • Tenere sempre il coperchio, sia durante la bollitura sia quando si spegne il fuoco e si lascia “a riposo” l’infuso. In questo modo non si disperderanno gli olii volatili.
  • Bere la tisana subito dopo averla preparata, o comunque il prima possibile, perché molti dei principi attivi si disperdono col passare del tempo. Se proprio non si riesce a consumarla subito, si può conservare in frigorifero al massimo per un giorno, a patto di metterla in un recipiente a chiusura ermetica.

 

Bene, è tutto. Speriamo di esservi stati utili!

In caso di dubbi o curiosità siamo a vostra disposizione sia sul nostro sito che alla pagina Facebook 🙂