Come non cedere alle Tentazioni del Junk Food

Consigli per Resistere alle Tentazioni rompi Dieta

 

rompi_dieta

Per chi è a dieta e spera di perdere quei chili di troppo sa che uno degli ostacoli più difficili da superare è quello delle tentazioni. Quando si esce con gli amici e si va a fare un aperitivo o una cena, oppure a casa davanti alla tv in un momento di noia, non è facile rinunciare a uno strappo alla regola e non avventarsi sul cibo.

Vi sentite decisi, forti, determinati eppure ogni fetta di torta, ogni cioccolatino, ogni stuzzichino solletica la voglia di rinunciare. Ma qual è il segreto per non sgarrare?

 

Rilassarsi e concedersi degli svaghi

Il primo trucco per resistere alla voglia di aprire frigorifero per spiluccare qua e là è distrarsi. Scopriamo cosa possiamo fare per tenere a bada l’appetito.

  • Non cedere alla noia. Non si sgarra solo per golosità o per un eccesso di debolezza ma anche per noia. Vi sarà capitato di trascorrere un noioso e interminabile pomeriggio, vero? Non sapete cosa fare, fuori piove, magari è pure domenica, allora capita di ingannare il tempo in compagnia di un pacco di patatine o di biscotti al cioccolato. Però, piuttosto che cedere alla tentazione, perché non cercare di trascorrere il tempo facendo qualcosa di più interessante? Magari leggendo un libro lasciato in sospeso o guardando un bel film?
  • Fare un bagno caldo. Quando venite assaliti dal senso di fame, un altro modo per non cedere alle tentazioni potrebbe essere quello di impiegare il tempo prendendovi cura di voi stessi. E quale modo migliore se non quello di concedersi un bel bagno caldo e rilassante?
  • Lontano dagli occhi, lontano dal cuore. Riponete patatine, biscotti e leccornie varie negli spazi più alti e magari un po’ nascosti della credenza. In questo modo eviterete di avere la tentazione sempre davanti agli occhi.
  • Dedicarsi al giardinaggio. Magari non avrete il pollice verde, però questo non significa non provarci nemmeno. Soprattutto se può essere un valido aiuto nella lotta allo sgarro e un divertente diversivo.
  • Parlare al telefono. Capita di non riuscire a rispondere ad una telefonata di un amico e di dire: richiamerò. E allora non lasciatevi scappare l’occasione e, quella telefonata, falla proprio quando siete assaliti dalla fame. Aiuterà a distrarvi e, magari, anche a placare il senso improvviso di fame.

 

Consigli alimentari per non cadere in tentazione

Ecco ancora qualche soluzione per ogni attentato alla linea nella vita quotidiana.

  • Bere un bicchiere d’acqua non solo favorisce il drenaggio dei liquidi e l’eliminazione delle tossine presenti nell’organismo, ma aiuta anche ad avvertire un senso di sazietà e placare quel bisogno improvviso di fame.
  • Evitare di andare a fare la spesa quando hai fame. Andare incontro alle tentazioni non è certo il modo migliore per superarle, soprattutto quando si parla di dieta. Quindi è sconsigliato andare al supermercato quando si è affamati, peggio ancora se assaliti dalla voglia di qualcosa di buono e sfizioso.
  • Frutta e verdura a volontà. Sono due alimenti che non devono mai mancare nella vostra alimentazione, non solo per esigenze nutrizionali ma anche perché danno un senso di pienezza e permettono di alzarsi da tavola sazi avendo però assunto poche calorie.
  •  Mangiare sempre seduti. Sembra banale, ma stando in piedi si è sottoposti a quella che viene definita la fame emotiva. Ingurgiti del cibo senza pensarci, e senza avere il tempo di sviluppare un senso di sazietà. Quando vi mettete seduti, invece, significa che avete deciso di mangiare: sicuramente sarà più facile farlo con l’attenzione giusta e senza eccedere.

 

Mangiare fuori casa

Vediamo come possiamo resistere ai trabocchetti più frequenti per la dieta quando non possiamo consumare i pasti nella nostra cucina.

  • Al fast food. Entrare in un fast food non significa per forza rinunciare a tutto oppure cedere alle tentazioni. Ci sono diverse alternative che potete permettervi: sì agli hamburger di pollo o ai petti grigliati. Divieto assoluto di maionese o ketchup, sì invece a un filo d’olio come condimento. Bene la lattuga e il pomodoro.
  • Feste al lavoro. Il compleanno del collega, il battesimo del figlio del vicino di scrivania, e poi le feste di Natale, la Pasqua… Brindisi, festicciole e simili all’insegna di alcolici, dolcetti e snack vari sono un rischio costante. Bene: imparate a dire di no. Se non vi sembra il caso, per evitare incidenti diplomatici, chiedete per esempio una fetta sottile e mangiatene solo qualche boccone: nessuno si accorgerà che avrete lasciato qualcosa nel piatto. Altro piccolo suggerimento: evitate le bevande gassate, meglio acqua o succo di pompelmo o ananas.
  • Il pranzo al lavoro. Giornata vorticosa? La prima tentazione è di “mangiare un panino al volo”. Con il risultato di far saltare qualunque dieta. Un panino in fretta e furia a pranzo è il modo migliore per mettere su peso, perché la fretta e lo stress spingono a scelte poco sane a tavola: più grassi saturi e zuccheri. Come regolarsi quando proprio non c’è tempo per mangiare con calma? Niente cibo-spazzatura: meglio frutta, verdura, cereali integrali e latticini magri.

 

E per finire: pensare positivo, sempre! Il pessimismo è il peggior nemico di ogni impresa. Se pensate in continuazione che non raggiungerete mai i vostri obiettivi, è probabile che questo accada. Non sottovalutate mai la forza della mente!