Combattere l’Ansia grazie a una Sana Alimentazione

Combattere l'Ansia con l'Alimentazione

Superare l’ansia senza ricorrere all’utilizzo dei farmaci significa fare alcuni cambiamenti per quanto riguarda lo stile di vita, che includono anche il cambiare dieta. Ci sono, infatti, cibi che aiutano a contrastare l’ansia e altri che, invece, contribuiscono a farla crescere. Di conseguenza, una corretta scelta di alimenti degli alimenti che mangiamo può ridurre drasticamente il livello di ansia.

 

Che cos’è l’ansia

L’ansia è uno stato di tensione diffuso e persistente che non abbandona mai chi ne soffre. Lo stato emotivo associato a una condizione di allerta verso qualcosa di esterno che si caratterizza con un eccesso di preoccupazione, una reazione esagerata rispetto alle reali condizioni.

Secondo i dati dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), il numero delle persone che vivono con frequenza importante degli stati d’ansia ammonta a circa 400 milioni.

Capire le cause che sono alla base di un disturbo legato alla sfera della mente non è sempre semplice. L’ansia può sicuramente scaturire da motivazioni esterne come un forte stress, ma altre volte non sembra esserci un motivo scatenante. In generale, comunque, è possibile individuare tre tipologie di fattori che influiscono sulle persone determinando stati d’ansia.

–          Stili di vita intensi

–          Fattori genetici ereditari

–          Disquilibri più o meno naturali di sostanze chimiche presenti nel cervello

Sicuramente, il primo provvedimento da adottare in questa particolare situazione è quello di rivolgersi a un esperto, che saprà indicarci il giusto percorso da seguire sulla base delle nostre esigenze personali. Nel frattempo, possiamo comunque seguire una serie di accorgimenti che di sicuro ci aiuteranno a migliorare il nostro stato emotivo ansioso, a partire da una sana alimentazione.

 

I cibi da evitare

Innanzitutto, bisogna sapere che ci sono alimenti che causano l’aumento dell’ansia, perciò è importante fare in modo di non mangiare cibi che contribuiscono allo stato di agitazione.

Quindi, cosa è bene evitare?

I cibi meno indicati sono sicuramente quelli fritti, i carboidrati ad alto indice glicemico, gli zuccheri raffinati e le bevande alcoliche.

Bisogna anche tenere contro del tipo di ansia di cui si soffre. Se si hanno attacchi di panico, possibilmente bisognerebbe evitare il caffè, poiché questa bevanda aumenta la frequenza cardiaca e può, quindi, scatenare un attacco di panico. Se, invece, è un disturbo di ansia generalizzato e legato alla depressione, il caffè può anche avere degli effetti benefici (sempre in dosi moderate).

 

Otto alimenti per curare l’ansia

Vediamo ora gli alimenti che, grazie al loro alto contenuto di vitamine e sostanze nutritive, calmano mente e corpo aumentando l’energia e stabilizzando l’umore.

  • I cereali integrali: si possono trarre molti benefici dagli alimenti a base di cereali integrali, come la pasta di semola di grano duro e il pane. Gli studi hanno dimostrato che i veri cereali integrali (non gli “alimenti integrali” che contengono ingredienti trasformati) fanno molto bene alle persone che soffrono di ansia.

Questi cereali, infatti, regalano una sensazione di tranquillità grazie alla presenza di triptofano, una sostanza che si trasforma in serotonina, l’ormone della “felicità”.

  • Le alghe: come i cereali integrali, sono ricche di nutrienti (magnesio e triptofano) che aiutano a ridurre la sensazione d’ansia, e ne costituiscono una valida alternativa per chi è intollerante al glutine.
  • I mirtilli non sono solamente un frutto delizioso, sono un vero e proprio “super alimento”. Ricchi di vitamine e fitonutrienti (nutrienti vegetali), contengono un’alta percentuale di antiossidanti che allievano lo stress.
  • Le bacche di Acai: sono considerate anch’esse un super cibo, e ultimamente hanno ricevuto una grande quantità di attenzioni dalla stampa. Forse troppa. Sebbene le sue proprietà strabilianti siano state più trovate pubblicitarie mai dimostrate a livello di ricerca scientifica, sono comunque ricche di nutrienti come il mirtillo.
  • Le mandorle: sono un alimento spesso sottovalutato. Esse contengono zinco, nutriente fondamentale per il mantenimento di uno stato d’animo equilibrato, e contengono ferro e grassi insaturi, parte importante di una dieta equilibrata.
  • Il cioccolato: specialmente quello fondente, senza aggiunta di zuccheri o latte, è ottimo in quanto riduce il cortisolo, l’ormone dello stress che provoca i sintomi dell’ansia. Inoltre, alcuni composti al suo interno migliorano l’umore.
  • Radice di Maca: non è esattamente un alimento popolare nei negozi di alimentari delle nostre latitudini, ma distribuita in polvere può essere aggiunta a molti cibi e bevande e si può trovare nei negozi di alimenti naturali. Si ritiene che questa radice abbia più fitonutrienti che qualsiasi altro tipo di frutta e verdura, tra cui magnesio e ferro che servono a controllare l’ansia e a migliorare la salute generale e la forza fisica.
  • Tisana alla valeriana, melissa, passiflora: risultano essere degli ottimi calmanti rilassanti prima di andare a dormire.

 

In conclusione, l’alimentazione può essere una valida alleata contro l’ansia. Questo disturbo, infatti, ha una ricaduta organica molto forte sul nostro organismo, che si traduce in sintomi e in risposte metaboliche ben precise (disturbi digestivi, aumento/perdita di peso). Associando il sostegno emotivo che ci può fornire solo uno specialista a un corretto regime alimentare, possiamo ritrovare il giusto equilibrio psico-fisico.

Combattiamo lo stress mangiando!