Ciliegie, un frutto sano adatto a tutti

ciliegieLe ciliegie sono un frutto dalla forma arrotondata e dal colore rossastro. Suddivise in due grandi categorie, dolci e acide, maturano nel periodo compreso tra maggio e giugno. La loro composizione le rende perfette per essere assunte da tutti, anche dai diabetici o da chi segue una dieta dimagrante.

Esse, infatti, contengono circa l’80% di acqua, zuccheri, vitamine (A e C), potassio, calcio, ferro, sodio, magnesio e fosforo. Inoltre, contengono levulosio, uno zucchero innocuo per chi soffre di diabete. Altro elemento che caratterizza le ciliegie è la presenza di flavonoidi, che aiutano a combattere i radicali liberi.

Questo frutto può essere consumato durante le diete, perché apporta un numero di calorie davvero contenuto (circa 60 ogni 100 grammi). Inoltre, ha numerose proprietà benefiche che lo rendono un alimento fondamentale in nutraceutica.

La ciliegia e le sue proprietà

Questo frutto presenta moltissime proprietà benefiche e terapeutiche. Tra queste le più importanti sono:

  • Depurative;
  • Disintossicanti;
  • Diuretiche;
  • Lassative;
  • Stimolanti del collagene;
  • Digestive degli zuccheri;
  • Riducenti del colesterolo.

Vista la capacità drenante di questo frutto, l’abbiamo inserito all’interno di uno degli integratori da associare al Metodo: Effetto Drena, che aiuta ad eliminare le scorie e a ripulire l’organismo dalle tossine.

Il Metodo 3Emme come nuovo Stile di Vita

metodo 3emme stile di vitaL’abbiamo ripetuto più volte: il Metodo 3Emme non è una semplice dieta, ma un vero e proprio stile di vita che mira a insegnare un corretto bilanciamentotra le sostanzenutritive immesse nell’organismo, l’attività fisica e l’approccio mentale positivo.

Infatti, oltre al piano alimentare proposto nelle 4 fasi, esistono una serie di consigli utili da seguire.

  • Bere almeno 1,5 litri d’acqua al giorno, evitando il consumo di alcolici, bevande zuccherate e gassate.
  • Masticare bene e lentamente durante i pasti.
  • Evitare sempre latticini freschi, insaccati e carni rosse.
  • Assumere frutta e verdura almeno 5 volte al giorno.
  • Consumare solo uova a codice 0 (zero).
  • Mangiare pesci magri, evitando crostacei e pesci grassi e di grandi dimensioni.
  • Consumare frutta secca di vario tipo (come noci, nocciole e pistacchi).
  • Non utilizzare dolcificanti chimici né zucchero bianco, ma preferire fruttosio o miele in piccole dosi.
  • Usare sale marino integrale o dell’Himalaya.
  • Preferire l’impiego di aceto di mele.
  • Pensare positivo.
  • Fare almeno un’ora di attività fisica la giorno (anche dolce e moderata).

I nostri esperti hanno sviluppato 3 prodotti (SOS Emotional) che possono aiutare a mantenere e stimolare il benessere psicologico durante tutto il percorso, così da ridurre al minimo il rischio di fallimento. Un programma completo per raggiungere un nuovo stile di vita.

 

I Lipidi, cosa sono e a cosa servono

lipidi grassiI grassi, detti anche lipidi, sono sostanze necessarie al nostro organismo. È importante sapere, però, che non tutte le tipologie fanno bene al corpo umano. Infatti, alcune di esse possono nuocere gravemente alla nostra salute.

Per questo abbiamo deciso di offrirvi una panoramica sulle principali tipologie di lipidi esistenti, che si formano in base al modo in cui le molecole si fondono al loro interno.

La distinzione principale da operare è quella tra grassi saturi e insaturi.

I grassi saturi

Si tratta di acidi grassi naturali presenti nei latticini, nel tuorlo d’uovo e nelle carni rosse, ad esempio. Queste sostanze vanno sì assunte, ma con moderazione. Bisogna stare attenti a non sovraccaricare il nostro organismo, offrendogli il giusto bilanciamento dei nutrimenti di cui necessita.

I grassi insaturi

Questi si suddividono a loro volta tra monoinsaturi, polinsaturi e idrogenati. I primi si trovano nelle olive, nelle mandorle, nelle noci e nell’olio di oliva. I secondi, invece, si distinguono in Omega 6 (presenti in frutta secca e oli vegetali) e Omega 3 (rinvenibili nel pesce e in alcun i semi oleosi).

Bisogna prestare particolare attenzione ai grassi idrogenati che sono molto dannosi per il nostro organismo. Questi, infatti, provocano un innalzamento del colesterolo cattivo, abbassando quello buono. Inoltre, possono indurre arteriosclerosi e interferire con le difese immunitarie dell’organismo.

Il nostro consiglio è quello di rivolgervi ai nostri esperti, magari contattando proprio l’ideatore del Metodo 3Emme: il Dottor Mariani. In alternativa potete chiedere al vostro Erborista di fiducia.

 

La Mela, frutto salvavita

mela frutto salvavitaLa mela è un frutto miracoloso che apporta una serie lunghissima di benefici al nostro organismo. Basti pensare che è il frutto più diffuso in Italia e uno dei più consumati in Europa. Le sue potenzialità si comprendono subito analizzandone la composizione: essa, infatti, è formata da acqua (per circa l’85%), carboidrati, vitamine (soprattutto A, C, E) e sali minerali. Si tratta di un vero e proprio rimedionaturale, che contiene poche proteine e grassi.

Al suo interno è possibile trovare la vitamina B1 che aiuta a combattere il nervosismo e l’affaticamento fisico; inoltre la vitamina B2 favorisce la digestione, protegge le mucose di bocca e intestino, rinforzando unghie e capelli.

Per convincervi dell’importanza di inserire le mele nella propria dieta abbiamo individuato 7 ragioni, che indicano altrettanti benefici di cui possiamo godere.

  1. La mela contiene pochissimi zuccheri e questo la rende un frutto perfetto anche per i diabetici. Questo anche grazie alla presenza di fibre, che fanno sì che possa aiutare a controllare l’assorbimento di zuccheri, mantenendo adeguati livelli glicemici nel sangue.
  2. Consumata cotta si trasforma in un ottimo rimedio contro la stipsi.
  3. Un’assunzione regolare permette di aumentare il colesterolo buono, riducendo quello cattivo.
  4. Permette di prevenire ictus e tumori.
  5. Consumata cruda aiuta a combattere la diarrea.
  6. Depura l’organismo dalle sostanze tossiche presenti.
  7. Offre numerosi benefici cosmetici, favorendo il compattamento, lo schiarimento e il rassodamento dell’epidermide.

Metodo 3Emme prevede l’assunzione giornaliera di almeno 4/5 dosi di frutta e verdura. Per questo è consigliabile inserire le mele nel proprio piano alimentare, così da nutrire il nostro corpo massimizzando i benefici offerti dalla natura.

Se vuoi scoprire il nostro programma puoi cercare l’Erborista più vicino a te. Una volta nel punto vendita troverai tutte le risposte che cerchi sul Metodo 3Emme e potrai iniziare il tuo percorso per il raggiungimento di uno stile di vita sano e positivo.

http://www.metodo3emme.it/erboristerie-prodotti-integratori-dimagranti.aspx

Conosciamo il Dottor Mariani, ideatore del Metodo 3Emme

dimagrimento esempioMetodo 3Emme è nato dalle ricerche effettuate dal Dottor Mauro Mario Mariani in campo nutrizionistico. Un’esperienza che gli ha permesso di sviluppare un programma efficace non solo per perdere peso preservando la massa magra, ma per imparare un nuovo stile di vita sano ed equilibrato.

Il Dottor Mariani, chirurgo specializzato in angiologia, è docente di nutrizione biologica presso numerose Università e Associazioni. Abbiamo deciso di presentarvelo, facendovi ascoltare la sua voce.

Un’intervista che ci aiuta a capire meglio il Metodo 3Emme attraverso le parole del suo ideatore. 

 

Come nasce Metodo 3Emme?

R. Nasce dalla mia esperienza ventennale nel mio ambulatorio. Io sono un medico, specialista in angiologia. L’angiologia è la specialità che studia le malattie della circolazione, angiòs in greco sta per vaso. Le malattie vascolari sono la prima causa di malattia e morte nei paesi occidentali. In Italia il 40% dei decessi è dovuto ad ictus ed infarto. Si calcola che ogni 33 secondi c’è un ricovero in ospedale dovuto a problemi legati alla circolazione. Circa il 20% della spesa farmaceutica italiana è destinato a farmaci per il sistema cardiovascolare. Si tratta di una vera e propria emergenza. tra i fattori di rischio più importanti che conducono alla patologia cardiovascolare sottolineiamo in primis quelli legati alla cattiva alimentazione: Obesità, Insulino-resistenza/ diabete, Aumento dei trigliceridi, Aumento del colesterolo LDL, Diminuzione del colesterolo HDL, Ipertensione, Ipercoagulabiltà, Aumento degli acidi urici. L’aggregazione di due o più di queste patologie, ognuna delle quali è già di per sé un fattore di rischio cardiovascolare, conduce alla Sindrome Metabolica.

La cattiva alimentazione oggi assume un ruolo evidente nell’indurre la Sindrome Metabolica, ecco perché da Angiologo divento Mangiologo! Il cibo cura, riequilibra, sostiene, rafforza, depura, se scelto e combinato nel modo giusto! “FUNZIONALI” sono quei cibi che “oltre ad avere un adeguato contenuto nutrizionale, sono riconosciuti come agenti benefici per una o più funzionalità sull’organismo e portano a un miglioramento dello stato di salute, di benessere o a una riduzione del rischio di malattia”.

Inversamente i cibi spazzatura sono gli alimenti ultraraffinati, talvolta arricchiti di grassi idrogenati, di zucchero e/o sale, ad alto contenuto calorico (empty calories = calorie vuote dicono gli americani… vuote non tanto perché dannose…) ed a basso contenuto in nutrienti. Tutti i cibi confezionati e raffinati hanno poche fibre e un concentrato di calorie che non utilizziamo e che finiscono alla lunga per causare diabete, ipercolesterolemia ed obesità. Senza contare che gli alimenti raffinati, dall’apporto nutritivo basso, sono tutt’altro che poveri di calorie.

Inoltre quando mangiamo “normale” mettendo sul piatto un cibo confezionato significa che stiamo assumendo conservanti, stabilizzanti, addensanti, gelificanti ed emulsionanti, esaltatori di sapidità, sostanze aromatizzanti artificiali, alimenti per lieviti, agenti di rivestimento, acidificanti, antiagglomeranti, polveri lievitanti, antischiumogeni, sali di fusione, agenti di trattamento delle farine, etc… Tutte queste sostanze alla lunga non sono innocue, “caricando” il nostro organismo di tossine.

Mangiamo senza nutrirci e per questo è indispensabile cambiare rotta utilizzando una strategia Nutraceutica con cibi ed integratori naturali che possano garantire l’apporto di tutte le sostanze nutritive proprio mentre iniziamo a disintossicare il nostro organismo.

Per questo ho messo a punto un Metodo che risulta essere la più efficace strategia detossificante ed antiossidante, avendo come caposaldo l’assunzione di frutta e verdura cinque volte al giorno sostenuta da Nutraceutici.

 

Quali sono i principi di base del Metodo 3Emme?

Il Metodo 3EMME nasce dall’esigenza di riproporre un nuovo Stile di Vita, indurre l’organismo a nuove abitudini alimentari e comportamentali affinché si possa ripristinare, mantenere e possibilmente potenziare uno stato di benessere e tornare a seguire la Dieta Mediterranea, fatta di alimenti come frutta e verdura di stagione, cereali integrali, legumi e olio extravergine di oliva, dieta designata patrimonio immateriale dall’Unesco nel 2010 proprio per le sue caratteristiche salutari. Nella Dieta Mediterranea la carne rossa non c’è e neanche le farine raffinate.

Oggi purtroppo in famiglia e nelle mense scolastiche ci si allontana sempre più dalla Dieta Mediterranea e spesso si fa un grande abuso di cibi troppo ricchi di zuccheri, si mangiano troppi grassi “strani” come l’olio di palma contenuto in tutti i prodotti confezionati, e non ultimo troppe proteine animali. Il Metodo 3EMME attraverso un Reset mira a Disintossicare l’organismo, minimizzando le funzioni metaboliche e riproponendo una giusta funzione gastro-intestinale con un’ottimale Depurazione e Drenaggio di tutti i tessuti e organi ad attività emuntoriale con escrezione aspecifica delle tossine.

L’obiettivo primario del metodo è quello di ripristinare, regolarizzare, stimolare e mantenere l’attività escretoria degli organi emuntori. Dopo i primi sette giorni del Reset si riparte con uno svezzamento graduale (Restart), dove tutti i cibi andranno ad essere reinseriti con logica di Cronologia e di Scelta. La durata è di quattordici giorni in cui vengono reinserite le Proteine animali: carni bian­che e pesci magri e di piccola stazza, e vegetali: legumi con i cereali privi di glutine (farina di Riso Mais e Grano Saraceno).

Giunti a questo punto si insegnano, in ventuno giorni, le giuste “combinazioni” (Remix) reintroducendo i Carboidrati con glutine (Frumento, Farro, Kamut, Orzo) di farina integrale, alternandoli con quelli privi (Riso, Mais e Grano saraceno). A tutti questi alimenti definiti “funzionali” aggiungeremo anche uova e prosciutto che andranno assunti singolarmente, monopiatto, e dopo aver mangiato come Starter un piatto d’insalata cruda.

Si creano così le basi per raggiungere uno stile di vita “ideale” (Regular), basato sul ritorno alla Dieta Mediterranea che porterà ad una diminuzione del peso corporeo nelle persone in so­vrappeso e obese, e il raggiungimento di un equilibrio psico-fisico anche nelle persone normopeso.

 

A chi consiglia di seguire il programma?

A tutti, nessuno escluso, proprio perché mira ad un’efficace disintossicazione e a ripartire con nuove regole per mantenere il benessere raggiunto.

 

Qual è il ”segreto” del Suo Metodo?

Sicuramente l’utilizzo di un integratore esclusivo di aminoacidi altamente assimila­bili, il NOVA SUPERFOOD. Questo prodotto composto dall’accoppiamento degli aminoacidi essenziali della Klamath con quelli del Baobab consente di creare un eccel­lente apporto di sintesi proteica con proteine predigerite ed altamente assimilabili. In pratica la presenza degli aminoacidi essenziali del Bao­bab completato con la potenzialità della Klamath soddisfa in toto la richiesta di sintesi proteica da parte dell’organismo poiché sono aminoacidi altamente assimilabili e in questa maniera l’organismo utilizza in modo armonico tutte le sostanze ad esso indispensabili durante un programma disintossicante; si elimina così l’“effetto yo-yo”, la situazione che determina l’aumento della massa grassa a scapito di quella magra dopo diete ipocaloriche sbilanciate.

L’obiettivo del METODO 3EMME è di diminuire la quantità di grasso e non la parte magra (componente muscolare) del corpo. Nelle diete disintossicanti, liquide e fruttariane, protratte nel tempo per sette o più giorni, oltre le auspicate tre fasi di Disintossicare, Depurare e Drenare, si verifica un’importante perdita di peso. Il rischio che si viene a creare in tutte le diete disintos­sicanti, ipocaloriche e sbilanciate, per la mancanza di adeguato apporto proteico, è un calo ponderale dato, oltre che dalla perdita dei liquidi in eccesso e della massa grassa, anche da un pericoloso e inutile depauperamento della massa magra (com­ponente muscolare), cosa che non avviene assolutamente nel METODO 3EMME grazie al NOVA SUPERFOOD.

 

Se la sente di dare ai lettori qualche consiglio per integrare i ritmi quotidiani con il nuovo stile di vita introdotto grazie al programma?

La persona che si propone al METODO 3EMME avrà il sostegno, fase per fase, di schemi che durano sette giorni per il Reset, quattordici giorni per il Restart, e ventuno per il Remix, con ogni suggerimento quotidiano di come comportarsi.

 

Perché Metodo 3Emme fa bene a tutti, a prescindere dalla necessità più o meno pronunciata di perdere peso?

Perché il nuovo stile di vita guadagnato in sei settimane farà dire a tutti: “non mi sono mai sentito così bene!”.

 

mauro mario marianiIl Dottor Mauro Mario Mariani, medico chirurgo, è specialista in angiologia. Da sempre si interessa di Ossidologia, nuova disciplina medica che studia l’azione dei danni provocati dai radicali liberi.

La Sua lunga esperienza per le Strategie Detossificanti ha determinato la creazione di un Metodo da lui definito 3EMME che, con la premessa–promessa di Mantenere la Massa Magra, sblocca a livello metabolico l’organismo riproponendo nuove abitudini salutari.

É docente di Nutrizione Biologica presso la Scuola di Omeopatia, Omotossicologia e Discipline Integrate per Medici ed Odontoioatri dell’A.I.O.T. – Associazione Medica Italiana di Omotossicologia e presso il Master di Nutrizione Clinica dell’A.I.N.U.C. – Accademia Italiana di Nutrizione Clinica. È Professore a Contratto di Nutrizione Biologica presso Università degli Studi della Calabria al Master in Fitoterapia Clinica. E’ autore di numerose pubblicazioni scientifiche ed ospite di importanti trasmissioni televisive in qualità di nutrizionista.

 

Vi ricordiamo che potete contattare direttamente il Dottore per ricevere consigli e suggerimenti personalizzati.

I Carboidrati, cosa sono e a cosa servono

carboidratiI carboidrati sono molecole formate da carbonio, idrogeno e ossigeno. Una volta immesse nell’organismo vengono trasformati in glucosio, la fonte di energia più importante per il nostro corpo che viene assimilata molto velocemente.

Esistono 2 grandi categorie di carboidrati:

  • Semplici, tra cui rientrano i monosaccaridi, il glucosio, il fruttosio e il galattosio;
  • Complessi, tra i quali troviamo saccarosio, lattosio, maltosio e polisaccaridi.

Il nostro consiglio è quello di consumare i carboidrati con moderazione e, soprattutto, in funzione delle necessità di ognuno di noi. In particolare, il Metodo 3Emme prevede il reinserimento di queste sostanze a partire dalla terza fase (Remix), consigliando l’assunzione di frumento, Kamut, orzo e farro.

Per spezzare la monotonia di una dieta rigida è consigliabile preparare pietanze colorate e appetitose. Una buona insalata fredda di farro e verdure di stagione è un piatto perfetto per nutrire il corpo, rispettando le sue esigenze.

Ad ogni modo, potete visionare la piramide alimentare realizzata appositamente dagli esperti di Metodo 3Emme e chiedere consiglio al vostro Erborista di fiducia che saprà fornirvi tutte le risposte di cui avete bisogno.

Ceci, Fagioli e Lenticchie: i Legumi amici del Benessere

legumi ceci fagioli lenticchieI legumi sono fonte di proteine vegetali. L’importante è non intenderli come semplici contorni, ma come vere e proprie alternative alla carne o alla seconda portata. Se associati ai cereali (come il riso, per esempio) si trasformano in un piatto unico completo e nutriente.

I nutrizionisti consigliano di assumerli almeno due volte alla settimana. Tuttavia, bisogna seguire alcuni accorgimenti perché i legumi possono causare gonfiore e meteorismo. È possibile ridurre questi rischi decorticandoli. Privare ceci, fagioli e lenticchie della buccia è una valida soluzione per evitare problemi legati alla produzione di gas intestinali.

I legumi offrono numerosi benefici al nostro organismo. In particolare permettono di:

  1. Combattere le allergie;
  2. Prevenire la lentezza intestinale;
  3. Tutelare l’organismo dalle intolleranze alimentari;
  4. Abbassare i livelli di grassi presenti nel sangue;
  5. Mantenere la linea, perché contengono un elevato contenuto proteico a fronte di un basso apporto di carboidrati;
  6. Abbassare il colesterolo.

Vediamo ora quali sono i benefici apportati da ognuno dei tre legumi citati:

  • Ceci: validi alleati nel controllo del colesterolo;
  • Fagioli: aiutano a migliorare la pressione sanguigna e a tenere sotto controllo il peso;
  • Lenticchie: sono facilmente digeribili e hanno proprietà antiossidanti.

Anche i nostri nutrizionisti conoscono i vantaggi derivanti dal consumo di legumi. Per questo li hanno inseriti nel secondo livello della piramide alimentare di Metodo 3Emme. Consultando questo link potrete scoprire come organizzare la vostra dieta durante il programma, ottenendo anche alcuni utili consigli.

Chi può seguire il Metodo 3Emme?

metodo 3emme targetMetodo 3Emme è un percorso di educazione alimentare che mira ad insegnare un nuovo stile di vita. Per questo, è adatto davvero a chiunque: uomini, donne, giovani e anziani. Si tratta di un programma così salutare che persino i bambini, dopo gli 8 anni, possono seguirlo.

Inoltre, garantendo l’acquisizione di un nuovo stile di vita, si presta ad offrire benefici non solo a chi ha bisogno di perdere molti chili. Quindi, Metodo 3Emme è adatto sia per chi è in sovrappeso, sia per chi vuole ottenere un leggero dimagrimento. Il motivo è semplice: il programma si basa su un sistema che permette di colpire esclusivamente i depositi di grasso localizzati, mantenendo la massa magra.

Insomma, Metodo 3Emme è perfetto anche per chi vuole prendersi cura del proprio corpo. Una soluzione che permette di raggiungere un equilibrio psicofisico che garantisce un benessere di lungo periodo. Un metodo così sicuro che può essere seguito anche ini gravidanza e nel post parto (a partire dal terzo mese in poi) per ritrovare la linea.

Sul nostro sito abbiamo creato una sezione Faq in cui trovate numerose domande a cui abbiamo cercato di dare una risposta. Vi consigliamo di visionarla, per comprendere ancora meglio i benefici offerti da Metodo 3Emme. E se aveste bisogno di consigli, non esitate a contattare i nostri esperti.

Le Proteine sono Essenziali per i Nostri Tessuti e sono di Origine Animale o Vegetale

Le Proteine, Cosa Sono e a Cosa Servono

proteine saneLe proteine sono le sostanze che formano la struttura delle nostre cellule. Possono avere origine animale o vegetale e costituiscono una parte essenziale di muscoli, sangue, pelle, cellule, anticorpi, ormoni ed enzimi. Insomma, sono presenti all’interno di ogni tessuto e componente del nostro organismo.

Gli elementi di base che compongono le proteine sono gli aminoacidi. Alcuni vengono sintetizzati dall’organismo  mentre altri vanno introdotti esclusivamente attraverso i cibi. Come abbiamo detto, le proteine possono essere suddivise in 2 grandi gruppi:

  1. Proteine animali, che sono rinvenibili nelle uova, nel pesce, nella carne, nel latte e nei suoi derivati;
  2. Proteine vegetali, che si trovano nei legumi, nelle alghe, nei cereali e in alcuni frutti oleosi.

Questi nutrienti sono fondamentali per il nostro corpo, ma bisogna saperle assumere correttamente per evitare di sovraccaricarlo.

Per questo, dopo la fase iniziale Reset, il Metodo 3Emme ne prevede una seconda (detta Restart) durante la quale vengono reinserite le proteine vegetali e animali. Il tutto mediante un’attenta analisi delle categorie di alimenti più idonei per offrire benefici al nostro corpo.

La Fragola, un frutto per il tuo Benessere

fragolaLa fragola non è solo un frutto gustoso. Infatti offre numerosi benefici al nostro organismo. Inoltre è un valido alleato per la nostra bellezza perché è formata per buona parte da acqua. Quindi, idrata l’organismo senza apportare un’elevata quantità di chilocalorie.

Questi frutti contengono particolari enzimi che stimolano il metabolismo dei grassi, favorendo il dimagrimento. Una proprietà molto importante che ci permette di nutrire il nostro corpo con le giuste sostanze nutritive, senza appesantirlo. Un motivo che fa delle fragole frutti perfetti da assumere anche nelle fasi iniziali del programma del Metodo 3Emme.

Inoltre, questi frutti contengono fibre che permettono di aumentare il senso di sazietà, coadiuvando la regolare attività intestinale e riducendo l’assorbimento dei grassi.

Se non siete ancora convinti che le fragole siano frutti perfetti per nutrire il vostro corpo, vi diamo 3 ragioni valide per crederlo:

  1. Contengono vitamina C e potassio, due elementi che insieme aiutano a ridurre la ritenzione idrica e la cellulite;
  2. Contengono xilitolo che aiuta a mantenere i denti bianchi;
  3. Hanno proprietà antiossidanti che favoriscono un rallentamento nell’invecchiamento cellulare.

I nutrizionisti del Metodo 3Emme consigliano l’assunzione di questo frutto durante l’intero percorso. Una sana abitudine alimentare che può aiutare a favorire il benessere psicofisico del corpo.

Per ottenere informazioni e chiedere consigli sul piano alimentare più adatto alle vostre esigenze, potete contattare i nostri esperti.