Cos’è il mantenimento della massa magra?

massa magraCome avrete notato, il nome di Metodo 3Emme trae origine anche da uno dei principi di base ai quali si ispira: il mantenimento della massa magra. Capire in cosa consiste è piuttosto semplice: si tratta di un dimagrimento mirato che consente di ridurre i depositi di grasso localizzati e di mantenere intatta, allo stesso tempo, la massa magra presente. Questo ci permette di dimagrire in modo sano, senza perdere l’energia e, anzi, riacquistando quella perduta.

 

 

 

Il mantenimento della massa magra secondo Metodo 3Emme

Per riuscire ad attuare questo principio vi proponiamo un programma che si basa sull’integrazione tra due elementi di base: il piano alimentare e l’assunzione di specifici integratori alimentari. Un percorso che viene affrontato in modo sano e sicuro, grazie al costante supporto fornito dai nostri consulenti.

Sono queste figure di riferimento a rendere il Metodo 3Emme un programma adatto a essere seguito da tutti, senza timore di perdersi e di abbandonare la dieta. È per questo che con questo percorso si impara un nuovo stile di vita più sano e bilanciato. Quello che vi farà dire: “Non mi sono mai sentito così bene!”.

Cosa aspettate? Entrate in contatto con i nostri consulenti e chiedete consigli personalizzati per ritrovare la forma e sentirvi meglio.

Cos’è il Peso Forma e come calcolarlo?

peso formaPossiamo definire il peso forma come il peso ideale di un individuo, quello che ne indica un buono stato di salute. Calcolarlo non è difficile. Per aiutarci possiamo utilizzare apposite formule matematiche che mettono in relazione tra loro vari fattori, come ad esempio l’età, l’altezza e lo stile di vita.

 

Perché è importante raggiungere e mantenere il peso forma

Raggiungere e mantenere stabile nel tempo il peso forma significa prevenire molte patologie cardiocircolatorie, tumorali e diabetiche. Farlo, quindi, rappresenta una scelta di vita importante che rispetta il nostro organismo e il suo stato di salute.

Il peso forma incide anche a livello psicologico, perché ci aiuta a mantenere un equilibrio e a evitare scompensi che possono causare un abbassamento dell’autostima e, quindi, anche della qualità della nostra vita.

 

Il peso forma, un valore flessibile

Quando si parla di peso forma bisogna fare molta attenzione a non indicarlo come indice rigido al quale attenersi. Questo valore, infatti, può variare in funzione del nostro stile di vita e del tipo morfologico in cui rientriamo. Come ben sappiamo uno sportivo avrà una massa muscolare e, quindi, un peso maggiore rispetto ad un individuo sedentario. Ciononostante il suo peso, superiore alla media, non sarà da intendersi come fuori forma.

Lo stesso vale quando ci troviamo in presenza di un individuo longilineo (con un’ossatura leggera e sottile) e uno brevilineo (con ossatura grossa e pesante). Anche in questo caso i due soggetti presenteranno un peso forma differente.

Nel nostro sito abbiamo messo a vostra disposizione un misuratore di massa corporea che può essere utilizzato per farci una prima idea sul nostro peso.

Il Sedano, ortaggio sano e saporito

sedanoIl sedano è un ortaggio buono e dal sapore gradevole che presenta numerose proprietà benefiche.  Il suo aroma intenso lo rende perfetto per insaporire i cibi, come le insalate, oppure per essere consumato in infuso. Perfetto per essere integrato nel piano alimentare delle diete, questo ortaggio apporta pochissimecalorie (circa 20 ogni 100 grammi). Inoltre, contiene minerali e vitamine utili per il nostro corpo.

 

 

 

 

Le proprietà del sedano

Tra le numerose proprietà del sedano le più importanti sono quelle:

  • Digestive;
  • Emmenagoghe;
  • Sedative;
  • Aromatizzanti;
  • Carminative;
  • Diuretiche.

 

Perché il sedano è utile?

Il sedano è un alimento piuttosto utile, tanto che viene impiegato come rimedio naturale per numerose patologie. Questo, infatti, è usato come depurativo in caso di gotta o in presenza di forme reumatiche. Inoltre aiuta a contrastare i grassi, soprattutto quelli cattivi, e a combattere la ritenzione idrica. Un’altra importante funzione svolta dal sedano è quella di diminuire il colesterolo, trasformandosi così in un valido alleato per la salvaguardia del nostro sistema cardiocircolatorio.

Infine non dobbiamo sottovalutare le azioni svolte dal sedano sull’apparato intestinale e digerente. Questo, infatti, ci permette di aiutare l’assorbimento dei gas, di prevenire le infiammazioni e di favorire la diuresi. Un alimento che ci consente di mantenere la linea con gusto!

La Nutraceutica, principio di base di Metodo 3Emme

nutraceuticaLa nutraceutica rappresenta lo studio e l’analisi degli alimenti che danno benefici al nostro organismo. In sostanza, si tratta di alimenti che contengono proprietàcurative che vanno a colmare carenze e a riequilibrare il corretto funzionamento del nostro corpo.

 

Il cibo come medicina

Questo è il principio di base della nutraceutica: il cibo che si trasforma in medicina, proprio in virtù delle sue funzioni terapeutiche. Il punto, quindi, non è solo imparare le basi della sana e corretta alimentazione. Quello che può aiutarci è saper riconoscere i benefici che possiamo ottenere dai singoli alimenti.

In questo modo, mangiare diventa un’attività volta a nutrirci, a dare al nostro organismo ciò di cui ha bisogno per mantenersi in salute.

 

Metodo 3Emme e la nutraceutica

Metodo 3Emme fa della nutraceutica un principio di base a cui attenersi, perché ci permette di alimentarci nutrendoci. L’intero metodo è studiato proprio a questo scopo: depurare l’organismo e apprendere un nuovo stile di vita che ci aiuti a essere più in forma.

Non a caso il motto dei nostri clienti è: “Non mi sono mai sentito coì bene!”. Questo perché il nostro programma alimentare fa in modo che vengano eliminate tutte le scorie e le tossine presenti nell’organismo, introducendo solo alimenti sani e nutrienti.

Per questo Metodo 3Emme non è una semplice dieta, ma un vero e proprio stile di vita.

Le Fibre, cosa sono e come assumerle

fibreLe fibre sono sostanze presenti in larga misura nelle verdure, nei legumi e nei cereali integrali. Non apportano calorie e svolgono un ruolo molto importante nei processi digestivi. Solitamente è possibile suddividerle in 2 categorie principali:

1. SOLUBILI – in cui rientrano tutte quelle fibre che stimolano una riduzione dell’assorbimento di grasso da parte dell’intestino e prevengono l’arteriosclerosi;

2. INSOLUBILI – ovvero tutte quelle fibre che riducono il tempo necessario per il transito intestinale.

Visti gli enormi benefici che possiamo ottenere dal consumo delle fibre, sarebbe opportuno assumerle con regolarità. Questo è possibile aumentando le quantità di verdure presenti nella nostra dieta, preferendo alimenti – come i cereali integrali – che ne contengono quantità importanti.

 

Le proprietà delle fibre

Oltre a svolgere un ruolo fondamentale nei processi digestivi, le fibre aiutano il nostro organismo a restare in salute. Infatti, le loro proprietà principali sono:

  • Contenimento degli effetti tossici delle sostanze chimiche che assumiamo con gli alimenti;
  • Protezione del colon;
  • Diminuzione della glicemia e della secrezione insulinica;
  • Diminuzione dell’appetito.

È evidente, quindi, che le fibre sono fondamentali sia per le loro funzioni protettive, che per quelle indirette che svolgono contro il sovrappeso e l’obesità.

Provate la nostra pasta all’avena e riscoprite il gusto di alimentarvi in modo sano!

L’Albicocca, frutto nutriente e salutare

albicoccheL’albicocca è un frutto di stagione perfetto per essere consumato mentre si segue un regime alimentare controllato. Questo perché, nonostante il bilanciato apporto nutrizionale, la sua composizione lo rende povero di zuccheri e ricco di vitamine e minerali.

Infatti, questo frutto è composto per gran parte da acqua e a seguire da proteine, glucidi e fibre. I principali Sali minerali presenti sono il potassio, il fosforo, il ferro, il calcio e il sodio. Mentre le vitamine che possiamo introdurre nel nostro organismo attraverso le albicocche sono quelle dei gruppi A, C e PP. Anche l’apporto proteico è piuttosto contenuto. Questo, infatti, si attesta circa a 27 chilo calorie ogni 100 grammi di polpa.

 

 

 

Le proprietà dell’albicocca

Come abbiamo detto, l’apporto nutrizionale dell’albicocca è ottimale per il nostro organismo, tanto che ne è consigliata l’assunzione in fase di convalescenza o spossatezza fisica. Vediamo ora nel dettaglio le numerose proprietà benefiche di questo frutto.

  • Lievi proprietà lassative, dovute alla presenza di sorbitolo e di fibre che favoriscono il transito intestinale.
  • Elevata digeribilità che si traduce nella possibilità per tutti, anche per chi soffre di particolari patologie gastriche, di consumare questo frutto.
  • Supporto per lo sviluppo sano delle ossa.
  • Prevenzione da disturbi nervosi e muscolari, grazie alla presenza di potassio.
  • Stimolante della melanina e, quindi, dell’abbronzatura.

Questo frutto è presente anche all’interno di Oxyvita Bevanda, un integratore che stimola il metabolismo energetico del corpo.

Il Legame tra Cibo e Psiche secondo Metodo 3Emme

cibo psicheNoi di Metodo 3Emme siamo convinti della profonda relazione che unisce tra loro l’alimentazione e la psiche umana. Spesso, infatti, il cibo si trasforma in un mezzo sul quale riversare le nostre ansie e paure, i nostri malumori, i disequilibri interiori.

Quando questo accade, è come se noi attribuissimo al cibo un compito specifico. Quello di colmare i nostri vuoti, caricandolo di simbolismi. Ne sono esempi alcuni stereotipi che legherebbero i sapori dolci alla necessità di colmare vuoti affettivi.

Per questo, rinunciare a quegli alimenti che per noi sono fonte di sostegno e gratificazione è piuttosto difficile. Infatti, al cibo e alla sua assunzione sono spesso legati meccanismi emotivi che mirano a offrirci una sorta di compensazione delle frustrazioni che viviamo.

Quello che possiamo fare per superare i blocchi che ci tengono legati ai cibi spazzatura, alimenti pericolosissimi per il nostro organismo, è di concentrarci sulla qualità di ciò che ingeriamo. Riscoprire il piacere di mangiare sano, prendendosi cura del proprio benessere.

Per aiutarvi lungo tutto il percorso abbiamo creato la linea SOS Emotional, che offre un supporto emotivo a chi segue Metodo 3Emme.

Consigli per Ridurre il Rischio di Smagliature dovute al Dimagrimento

smagliatureLe smagliature sono segni che restano visibili sulla pelle quando si verifica un’alterazione della normale elasticità cutanea. Si tratta di vere e proprie cicatrici, causate da un’eccessiva tensione della pelle (come in gravidanza o in occasione di dimagrimenti).

Inizialmente queste appaiono sotto forma di striature rossastre, per poi schiarirsi e assumere la tipica forma irregolare. Spesso, inoltre, è possibile che si abbassino rispetto alla normale superficie cutanea causando un effetto spiacevole non solo a livello visivo, ma anche tattile. Le aree del corpo maggiormente colpite dalle smagliature sono le cosce, la pancia e il seno.

 

Rimedi

In commercio esistono numerosi rimedi da impiegare per cercare di attenuare le smagliature. Oltre alle creme, troviamo appositi trattamenti cosmetici o dermatologici, più o meno invasivi. Nonostante esista questa possibilità, però, è sempre meglio cercare di prevenire la formazione di nuovi segni sulla pelle, soprattutto quando si segue una dieta dimagrante.

 

Prevenzione

Il metodo migliore per prevenire le smagliature è quello di adottare uno stile di vita sano ed equilibrato. Questo si traduce nella necessità di integrare il proprio piano alimentare con cibi salutari che siano in grado di nutrire il nostro corpo. Inoltre, è molto importante svolgere un’attività fisica moderata, ma costante. Queste due buone norme di condotta sono quelle che ci consentono di mantenere il peso forma e di prevenire l’eventuale comparsa di smagliature che, comunque, possono essere attenuate grazie all’assunzione o all’applicazione localizzata di vitamina E.

Per ottenere consigli personalizzati potete contattare i nostri esperti, che saranno felici di aiutarvi.

Il Pomodoro, un Ortaggio Versatile e Salutare

pomodoroIl pomodoro è un ortaggio diffuso in tutto il mondo. Oltre ad essere estremamente versatile in cucina, presenta numerose proprietà benefiche per l’organismo. Aspetto che lo rende perfetto per essere utilizzato in fitoterapia.

Questo ortaggio è uno degli alimenti di base della dieta mediterranea. Per questo motivo rientra a pieno titolo tra le verdure che potete consumare mentre seguite il programma alimentare del Metodo 3Emme. Esso, infatti, è composto principalmente da acqua (per circa il 95%); inoltre, contiene una bassissima percentuale di carboidrati e proteine, e pochissimi grassi. Ciononostante è ricchissimo di vitamine (B, D, E, soprattutto) e acido ascorbico. Al suo interno troviamo anche molti minerali, come ferro, zinco, calcio, fosforo e selenio.

 

Le proprietà del pomodoro

Le proprietà benefiche del pomodoro non sono solo terapeutiche, ma anche cosmetiche. Questo ortaggio, infatti, viene impiegato in numerosi composti e preparati di bellezza per stimolare il collagene e rendere la pelle più morbida ed elastica. Le sue proprietà principali sono:

  • Diuretiche;
  • Digestive;
  • Disintossicanti;
  • Antiossidanti;
  • Rinfrescanti;
  • Depurative;
  • Cosmetologiche (leviganti e ammorbidenti).

Perché non condire la nostra pasta all’avena con una dadolata di pomodorini freschi e qualche foglia di basilico? Un modo semplice e gustoso per consumare questo alimento sano e naturale.

I Consigli di Metodo 3Emme per Limitare l’uso dei Condimenti

condimentiI condimenti sono fonti di grasso che possono creare danni notevoli al nostro organismo. Per questo è preferibile limitarne l’utilizzo e preferire il consumo di cibi sani e naturali. Oggi vogliamo condividere con voi qualche suggerimento utile per controllare il consumo di condimenti.

 

Perché limitare i condimenti?

Come abbiamo detto, i condimenti possono essere fonte di problemi per il nostro organismo. Quindi è bene limitarne l’uso, in quanto:

  1. Danneggiano gravemente il nostro organismo;
  2. Possono ingolfare il metabolismo, sovraccaricandolo e rallentandolo;
  3. Possono essere causa di ingrassamento.

 

Consigli per limitare l’uso di condimenti

Sono 4 i suggerimenti che vogliamo darvi per ridurre il consumo di condimenti e riuscire a seguire senza troppe difficoltà il programma alimentare di Metodo 3Emme.

  1. Sostituire il sale con le spezie, oppure preferire quello marino integrale o la varietà dell’Himalaya.
  2. Utilizzare solo olio extra vergine d’oliva spremuto a freddo e biologico, evitando assolutamente l’olio di palma che aumenta il rischio di malattie cardiovascolari.
  3. Impiegare preferibilmente aceto di mele;
  4. Usare aglio e cipolla per conferire un sapore ancora più gradevole ai nostri piatti.

Per riuscire a cucinare i cibi senza l’utilizzo di condimenti è importante scegliere le modalità di cottura che consentono di preservare le proprietà benefiche degli alimenti, senza alterarne la composizione. Quindi, è sempre auspicabile optare per la cottura a vapore oppure dotarsi di strumenti antiaderenti. Ottima è anche la cottura al forno.

Se volete scoprire qualcosa in più sulla corretta alimentazione scaricate il nostro librettino.