Camminare o Correre: cosa fa meglio alla Salute?

dimagrire-jogging-running-corsa-camminataMeglio una passeggiata, lunga e tonificante, o una corsa veloce e brucia grassi?

Da anni gli esperti si dividono in due diverse scuole di pensiero che propendono, ciascuna, per una delle due attività fisiche. Vediamo le motivazioni nello specifico.

 

Se correre fa dimagrire camminare fa stare meglio

Una recente ricerca i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Arteriosclerosis, Thrombosis and Vascular Biology dell’ American Heart Association, si è avvalsa della partecipazione volontaria di oltre 33.000 corridori e di circa 15.000 camminatori di età compresa tra i 18 e gli 80 anni. È stato rilevato che la camminata ha un valore preventivo nei confronti dell’infarto del 9% contro solo il 4% della corsa. Ma non è tutto, il colesterolo cala del 7% con la camminata rispetto al 4.2% della corsa e, più o meno, gli stessi valori per la pressione sanguigna. Dunque, una camminata a passo sostenuto è la migliore soluzione per restare in forma e scongiurare le malattie cardiache. La corsa, invece, sembra avere effetti negativi sul fisico pur essendo più efficace per dimagrire.

 

Svantaggi della corsa: eccesso di sforzo fisico e psicologico

Correre e camminare, anche se all’occhio possono differire solo per la quantità di sforzo impiegato, sono due movimenti differenti. Il problema principale della corsa è l’eccessiva sollecitazione alla quale vengono esposte le articolazioni, le ossa (soprattutto schiena, caviglie e ginocchia) e non ultimi i muscoli. Queste sollecitazioni negli anni posso favorire l’insorgere di fastidiosi problemi. Inoltre, lo sforzo fisico eccessivo della corsa sovra-stimola la produzione di endorfina, una sostanza coinvolta nei processi che regolano le attività cerebrali dell’umore, e secondo alcuni studiosi, con il tempo si potrebbe sviluppare una specie di dipendenza psicologica da fitness.

Una camminata a ritmo sostenuto ha invece diversi vantaggi pratici rispetto alla corsa. Primo fra tutti il fatto che essa non necessita di molto sforzo fisico ed è alla portata di chiunque, perché non serve una preparazione atletica particolare, mentre per la corsa, un minimo di allenamento è quasi sempre indispensabile.

 

Meno stress e più benefici per chi cammina

Un importante punto a favore per i camminatori è lo stato mentale che accompagna i soggetti durante l’allenamento. Esso infatti è decisamente molto meno impegnativo e stressante (sia psicologicamente che fisicamente) nella camminata piuttosto che nella corsa. È infatti dimostrato scientificamente che camminare riduce i livelli di cortisolo nel sangue e aiuta a combattere lo stress.

La corsa invece, pur avendo questi effetti collaterali, è molto più efficiente nel bruciare grassi e calorie, ed è quindi più indicata per chi volesse perdere peso velocemente. Tuttavia, magrezza non è sempre sinonimo di salute.

 

 

In conclusione, il fattore più importante per raggiungere dei risultati efficaci è sempre la costanza. Meglio un chilometro di camminata a passo sostenuto senza fermarsi che la stessa distanza in corsa, interrotta continuamente per riprendere fiato.

Ed ora, non resta che augurarvi buon allenamento!