Non bisogna smettere di fare Attività Fisica a causa del Caldo

Caldo e Sport: Fare Attività Fisica in Estate fa Bene alla Salute?

Ormai siamo in piena estate. Sole, caldo e umidità la fanno da padroni, ma voi non volete rinunciare alla vostra dose regolare di esercizio fisico.

La domanda è: fate bene oppure no? Proviamo a rispondervi in questo articolo.

 

Attività fisica sì, ma ad alcune condizioni…

Fare esercizio fisico con costanza fa bene, fissatevelo bene in testa. La vostra salute, il vostro benessere, il vostro “essere in forma” non può prescindere dall’attività fisica. Sì allo sport quindi, anche durante i mesi caldi dell’anno.

Tuttavia – com’è ovvio che sia – al variare di un fattore ambientale determinante come la temperatura atmosferica, corrispondono sempre alcuni accorgimenti necessari. Ne avevamo già parlato qualche tempo fa, quando vi avevamo dato qualche consiglio su come comportarvi durante l’inverno.

Per quanto riguarda la stagione calda, occorre prestare particolare cura all’idratazione e all’alimentazione.

 

Prima regola: bere molta acqua

La conseguenza principale dello sport praticato ad alte temperature è una sola: si suda copiosamente. Attraverso la sudorazione, il nostro organismo perde acqua, ma anche sali minerali come sodio, cloro, potassio e magnesio.

È proprio questo il fattore di rischio principale: perdite idrosaline eccessive possono portare alla disidratazione e ai cosiddetti “colpi di sole”.

Ecco perché acqua e sali minerali devono essere continuamente reintegrati. La dose d’acqua consigliata è di almeno 2 litri al giorno, mentre durante l’attività è necessario idratarsi ogni 15-20 minuti, bevendo qualche sorso.

 

A tavola: energia e leggerezza

Il secondo aspetto chiave è l’alimentazione: dev’essere semplice, di facile assimilazione (per favorire i processi digestivi), e allo stesso tempo ricca di tutti i nutrienti essenziali per il nostro organismo: quindi carboidrati, proteine, vitamine e grassi buoni (cioè quelli insaturi, contenuti negli oli vegetali, nei semi, nella frutta secca e in alcuni pesci).

Gli zuccheri, inoltre, devono essere a basso contenuto glicemico, per non innalzare troppo i livelli di glicemia del sangue. Da evitare, quindi, cereali raffinati, dolci e bevande zuccherate.

A colazione, evitate il latte tradizionale; meglio quello di origine vegetale (soia, avena, riso) o, in alternativa, 125 grammi di yogurt bianco. Consigliamo poi: fiocchi d’avena o gallette di riso, una spremuta d’arancia (o, in alternativa, un succo di frutta biologico al mirtillo o all’ananas), un paio di cucchiaini di miele e caffè d’orzo.

A pranzo, l’ideale sono le classiche insalatone con verdure a foglia larga, condita con carni bianche (pollo, tacchino), semi, frutta secca e olio d’oliva spremuto a freddo. Volendo, si può accompagnare il tutto con un paio di gallette di cereali.

Per cena, via libera a cereali come il riso integrale, il farro, il grano e l’orzo, seguiti da un buon piatto di pesce (specialmente quello azzurro) e con immancabile contorno di verdure.

Tra un pasto e l’altro, sono consigliati spuntini a base frutta (senza aggiungere zucchero!).

 

Altri consigli per combattere il caldo

Una regola d’ora per quanto riguarda l’attività nella stagione estiva è di evitare categoricamente le ore più calde della giornata. Anche se, magari, lavorate e siete soliti esercitarvi in pausa pranzo: cercate di cambiare orario e di passare al tardo pomeriggio/sera.

Il rischio è quello del già citato “colpo di sole” (o insolazione), con sintomi come mal di testa, capogiri, vertigini, nausea e respiro affannoso.

D’altro canto, però, è bene non ritardare troppo l’orario dell’allenamento: si rischia, in questo caso, di compromettere la qualità del sonno notturno.

Gli ultimi suggerimenti sono legati a:

  • Abbigliamento, che dev’essere leggero e traspirante
  • Protezione della pelle dalle scottature, applicando la giusta crema solare
  • Riscaldamento e stretching, che non devono mancare mai, indipendentemente dalla temperatura.

 

Ora tocca a voi… Siete pronti?

Fateci sapere quali sono le attività che praticate in estate e con quale frequenza!