Il Buon Riposo dei Bambini passa anche dalla Tavola

Bimbi che non Dormono? Aiutiamoli a Tavola

alimentazione_sonno_bambini

In questi mesi invernali, anche i bambini possono sentirsi più stanchi e svogliati. Questo perché, a causa del freddo, il loro organismo necessita di ricaricarsi di maggiore energia.

Per agevolare i nostri figli a fare un buon riposo, possiamo seguire qualche piccolo accorgimento a partire dall’alimentazione.

 

Il buon sonno a tavola

I bambini che non dormono abbastanza hanno più probabilità di essere depressi, irritabili, di avere piccoli incidenti durante il gioco e persino di essere soggetti a raffreddori e malanni di altro genere, oltre che ai prevedibili cali di concentrazione.

Cosa possiamo fare per aiutarli a conciliare il sonno?

Una prima risposta ci viene data sicuramente dall’alimentazione. Infatti, è già da ormai molti anni che gli specialisti sottolineano la relazione tra un buon sonno e un regime alimentare corretto. Nel caso dei bambini, la questione va considerata con una certa attenzione, in quanto alcuni alimenti favoriscono il sonno, mentre altri lo possono compromettere.

Dunque, prestare attenzione al menù e modificare la sua dieta potrebbe migliorare la sua situazione e risolvere un disturbo legato al sonno.

Vediamo qualche buona abitudine da seguire prima della nanna.

  • Rispettate la regolarità degli orari per non alterare il ritmo sonno-veglia.
  • Evitate cibi ricchi di grassi e troppo salati.
  • La colazione non va mai saltata: dà lo sprint giusto per affrontare gli impegni e le attività scolastiche.
  • Gli spuntini non devono mai essere troppo calorici, né troppo vicini ai pasti successivi.
  • Per il pranzo e la cena non devono mai mancare frutta e verdura fresche come antipasto per inaugurare il pasto e ridurre il senso di fame.
  • Eliminate le bevande energetiche a base di sostanze eccitanti come teina, caffeina e cola.

Inoltre, ricordarsi che bisogna essere ancor più scrupolosi riguardo ai pasti serali, in quanto sono quelli più vicini all’ora del sonno e, quindi, che hanno maggiore influenza.

La cena ideale è quella completa di tutti i nutrimenti che favoriscono il rilassamento, ma deve essere anche bilanciata nella quantità: è bene sia evitare eccessi che costrizioni, in quanto lo stimolo della fame potrebbe interferire con il sonno.

 

Gli alimenti amici del sonno

Abbiamo visto che un’alimentazione sana ed equilibrata può favorire un migliore rapporto con il sonno dei nostri bambini. Scopriamo ora quali sono le sostanze contenute in determinati alimenti che agevolano un buon riposo.

  • Il triptofano: favorisce la tranquillità e interviene sui meccanismi che regolano il tono dell’umore. È contenuto in buone quantità nel latte, nello yogurt, nel riso, nell’orzo, nei legumi, nelle mandorle e nei pinoli.
  • Il potassio: aumenta la regolarità del battito assicurando così il benessere del cuore. Possiamo trovarlo nelle zucchine, nelle albicocche, nelle banane, nelle carote, nelle prugne, negli spinaci, nel pollo, nello yogurt e anche nelle patate.
  • La vitamina B6: questa vitamina è quella che più induce l’organismo a utilizzare il triptofano. Per questo è consigliabile introdurre nella dieta del piccolo tutti gli alimenti che ne sono ricchi: latte, riso, orzo, carni bianche, patate e banane.

 

Parola d’ordine: relax!

Esistono anche una serie di accorgimenti da considerare per consentire al bambino di rilassarsi, i quali partono dall’idea di seguire uno stile di vita più equilibrato. Vediamone qualcuno.

  • Meno impegni: favorite quelli scelti da lui e che gli piacciono, non quelli che voi ritenete importanti. Un tempo extrascolastico troppo ricco di attività induce, infatti, a un’iperattività che impedisce al bambino di lasciarsi andare al sonno.
  • Non caricateli di inutili aspettative: troppa pressione può causare ansie notturne che sono poi l’espressione di ansie represse di giorno.
  • Aumentate i momenti di svago: fatti di spazi e tempi non organizzati e guidati, nei quali possano esprimersi come credono. Solo così possono rasserenarsi.
  • Evitate di litigare davanti ai bambini: cercate di non farvi vedere preoccupati o disperati e non chiedete loro di consolarvi.

Dunque, ritrovando delle abitudini più sane e un’alimentazione corretta, possiamo davvero fare la differenza per la salute e il benessere dei nostri bimbi, fondamentale ancor di più in questi primi anni di vita e di sviluppo.

 

I nostri esperti sono disponibili per qualsiasi richiesta di informazione ed eventuale chiarimento. Non esitate a contattarci!